Monti, Alfano dice sì a Napolitano. Sit in davanti Palazzo Grazioli: ‘Elezioni subito!’

Policemen guard in front of palazzo grazioli, the Roman residence of Italian Prime Minister Silvio Berlusconi on December 14, 2010 in Rome. Italy was on tenterhooks as beleaguered Italian Prime Minister Silvio Berlusconi faced a crucial confidence vote in parliament that could bring down his government. AFP PHOTO / TIZIANA FABI

Mentre Angelino Alfano, segretario del Popolo della Libertà, al termine del colloquio con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano annuncia di aver dato "la nostra disponibilita’ e il nostro consenso al conferimento dell’incarico a Monti", fuori da Palazzo Chigi un gruppo di sostenitori di Silvio Berlusconi e del PdL hanno organizzato un sit in per dire che loro Monti non lo vogliono: "Noi monti non lo vogliamo", scandiscono in coro, "elezioni subito!", urlano altri.

I simpatizzanti del centrodestra sventolano bandiere dell’Italia e continuano a urlare slogan a favore del Cavaliere, contro un governo guidato da Mario Monti. Via Plebiscito è stata chiusa al traffico a causa della presenza di questi manifestanti.

Esponenti del PdL chiariscono: quello di Monti deve essere un incarico a tempo, con l’obiettivo di portare avanti le riforme che ci chiede l’Europa. Altero Matteoli, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, dice "sì a un mandato a termine, purche’ non si parli di legge elettorale, non e’ competenza del governo. Sul referendum elettorale si deve prima esprimere la Corte Costituzionale. Il governo non si puo’ occupare di legge elettorale". E poi: "Spero nel voto il piu’ presto possibile".

Alfano precisa: il programma del governo Monti deve "consistere negli impegni assunti con l’Ue da Berlusconi: e’ li’ che e’ contenuto l’impegno dell’Italia per uscire dalla crisi". E sottolinea: il governo Monti deve "escludere chi ha fatto del proprio impegno pura militanza antigovernativa". "’La nostra preferenza – ha ammonito – va a tecnici di equilibrio e di spessore istituzionale". 

Nel frattempo, secondo fonti parlamentari, Berlusconi starebbe preparando un videomessaggio che potrebbe anche essere trasmesso nei tg di questa sera. L’ex premier vuole spiegare la sua linea, oltre alle ragioni che hanno portato il Popolo della Libertà a dare luce verde ad un eventuale esecutivo guidato da super Mario.

BERLUSCONI SALUTA MANIFESTANTI PDL Silvio Berlusconi ha salutato i manifestanti del Pdl che si sono radunati, in centinaia, davanti a palazzo Grazioli. Berlusconi si e’ avvicinato alle transenne e ha stretto le mani ad alcuni di loro. ‘Grazie a voi’, per circa un minuto e poi si e’ infilato in un’auto blu. I manifestanti lo hanno salutato mentre si allontanava con lo slogan: ‘Non mollare mai’ e ‘Al voto al voto’.

NESSUN COMMENTO

Comments