Moda, Pitti Uomo: giacca sera si reinventa, anche in spugna

Le aziende internazionali del menswear puntano sui capi classici del guardaroba maschile, offrendo variazioni che rendono unici i pezzi passepartout, come un bel paio di jeans o la classica giacca da sera. A Pitti Uomo sono tante le idee per scacciare via la crisi, non soltanto a colpi di colore, ma anche con idee innovative per quei capi icona che non mancano mai nel guardaroba.

Non chiamateli semplici jeans, perche’ quelli in arrivo per la prossima stagione calda hanno dettagli tecnologici e tagli sartoriali, sono colorati, anche da bagliori metallici. In effetti il denim offre tante possibilita’ di utilizzo, basta scegliere lavaggi estremamente ricercati e un taglio sartoriale per sdoganare il jeans dalla definizione di semplice capo da lavoro, come ha fatto G-Star Raw nella neonata linea Raw Denim Dome. E poi ci sono i modelli de-luxe, in cui la tela di denim e’ illuminata con bagliori metallici che producono un effetto pelle (7 For All Mankind) o proposta in 20 tonalita’ diverse (Cycle). Per i cultori del denim di alta qualita’ Blauer lancia un capsule collection in collaborazione con il brand giapponese Edwin (in negozio dovrebbe costare intorno ai 300 euro al paio).

Non manca il jeans hi-tech, con tasca per lo smartphone e etichetta con QR code per vedere la tracciabilita’ del capo (Jesus Jeans). Il denim fa capolino anche per la giacca doppiopetto, stretch e lavata stone wash con bottoni a contrasto (Henry Cotton’ s). Altra novita’ di oggi e’ la giacca da sera, reinventata con particolari lavaggi e tinture in capo, sofisticati finissaggi e mix di filati o dettagli curati come l’impuntura a mano. Da Lardini la dinner jacket e’ in spugna sfoderata con rever e bottoni in raso di seta, mentre da Chester Barrie la si porta solo con il gilet abbinato, ma niente tonalita’ scure, soltanto tutte le sfumature del grigio. In effetti quel che si nota tra i padiglioni e’ una lenta e graduale scomparsa del nero per le giacche da sera. Il blu, dal notte al lucido, si fa strada come tonalita’ passepartout. Anche i materiali si convertono al light, con una grande presenza del lino, puro o mescolato con seta, cotone, jersey. I dandy moderni non si faranno mancare i modelli de-luxe, come lo smoking dai bottoni in madreperla (Lubiam), quello con i revers larghi in seta (Manuel Vanni) e quelli dai colori accesi (Emiliano Rinaldi).

NESSUN COMMENTO

Comments