Minori, Grasso: servono misure urgenti contro la povertà infantile

"Se esistesse un solo dovere in una democrazia civile questo non potrebbe non consistere nell’offrire a ciascuno eguali opportunita’ di crescere e migliorarsi. Le conseguenze di questa mancata protezione del benessere infantile sono pesantissime. Per questo sono necessarie al piu’ presto misure contro la poverta’ infantile e le diseguaglianza". Cosi’ il presidente del Senato, Pietro Grasso, durante la conferenza nazionale di "Crescere al sud", organizzata a Palazzo Madama da Save the Children e Fondazione con il Sud.

"Si possono pensare le leggi migliori – aggiunge Grasso – ma poi e’ l’uomo che le deve applicare; ecco perche’ serve incentrare tutto sulla formazione, su una nuova societa’ fatta sui giovani. Questa e’ la base, ma ci vogliono uomini che pensino di non disperdere tutto questo. Ancora oggi purtroppo c’e’ questo esodo, questi fenomeni di immigrazione ed emigrazione che impoveriscono sempre di piu’ le nostre terre d’origine". Per il presidente del Senato "bisogna rimodulare tutti gli obiettivi delle politiche sociali del nostro Paese, investire in questo non e’ un costo". Rivolgendosi ai ragazzi presenti, Grasso dice: "State imparando a diventare cittadini e so che essere cittadini oggi significa azioni responsabili in ogni momento della vita quotidiana. Ma e’ nostro dovere, delle istituzioni, dare spazio alle vostre esigenze". Grasso invita i giovani a "essere protagonisti e non spettatori" del loro futuro: "Aspettiamo sempre un principe, un leader politico o un mafioso: sotto questo profilo mi piace l’idea di quel racconto di un bozzolo dal quale deve uscire la larva che poi deve diventare farfalla. Una larva cerca di farsi aiutare da un’altra farfalla; quella l’aiuta e il bozzolo si apre. Diventa farfalla, pero’, una farfalla che non avendo creato con lo sforzo quelle condizioni non riesce a volare. Bene, ci vogliono l’impegno e le proprie forze per cercare di formarsi ali robuste per volare. Per questo, ragazzi, continuate a sognare".

NESSUN COMMENTO

Comments