Millennials, uno su dieci è fumatore abituale. Di questi, il 65% fuma o ha provato la cannabis

La prima sigaretta tra i 14 e i 17 anni, cresce il numero dei fumatori in Italia. “Potenziare i sistemi di prevenzione primaria prima che sia tardi”

Uno su dieci, tra i giovanissimi, è fumatore abituale. Tra questi, oltre la metà fuma anche cannabis. Più della metà dei fumatori abituali (il 65,6%) ha consumato almeno una volta anche cannabis nell’ultimo anno rispetto al 2% dei non fumatori.

Lo dicono i dati presentati dall’Ossfad del Centro nazionale dipendenza e doping dell’Istituto superiore di Sanità, in occasione della Giornata mondiale senza tabacco.

In Italia il numero dei fumatori non diminuisce, anzi aumenta. Di solito i ragazzi iniziano a fumare tra i 14 e i 17 anni.

Secondo Walter Ricciardi, “bisogna potenziare i sistemi di prevenzione primaria per scongiurare questa nuova linea di tendenza che vede il consumo di tabacco anche tra i giovanissimi” e va fatto “ prima che a questa dipendenza se ne associno altre altrettanto o più pericolose”..