Militari italiani all’estero, Kosovo: aiuti umanitari ai bambini di Poterq

I militari italiani del Multinational Battle Group West in Kosovo hanno consegnato oggi aiuti umanitari e doni ai bambini nel villaggio di Poterq, presso la Chiesa delle suore di San Filippo Neri. 
 
Alla cerimonia erano presenti, il Ten. Col. Vincenzo Tucci, in rappresentanza del Comandante del MNBG W, una delegazione di militari del 2° Reggimento Artiglieria Terrestre (alpino) "Vicenza" di Trento, del 10° Reggimento Trasporti di Bari e del 232° Reggimento Trasmissioni di Avellino.
 
La comunità locale era composta da circa 350 persone di cui 250 bambini di età compresa tra i 2 i 16 anni di etnia albanese, bosniaca e rom.
 
L’incontro è iniziato con la Messa di rito cattolico in lingua albanese, durante la quale il parroco don Albert ha espresso il proprio ringraziamento agli uomini e le donne del Contingente italiano, per l’aiuto ed il sostegno offerto a favore della comunità.
 
"I rapporti tra le suore di San Filippo Neri e la KFOR italiana si sono ormai consolidati nel tempo", ha dichiarato suor Raffaella. La manifestazione è stata organizzata nell’ambito della cooperazione civile-militare e curata in particolare dal Capitano Antonio Paventi del 2° Reggimento Artiglieria Terrestre "Vicenza" di Trento.

 

NESSUN COMMENTO

Comments