Milan in crisi, Berlusconi a Montella: “Cambia formazione”

Oggi nella sede milanista è stata una giornata molto importante, con un continuo via vai di agenti e procuratori per incontrare l'ad Marco Fassone e il ds Massimiliano Mirabelli

Il Milan non vince in campionato da un mese: urge una rapida inversione di tendenza per blindare il sesto posto e tornare dopo tre anni in Europa.

“Speriamo che cambi la formazione, non negli uomini ma nella tattica. Io sono sempre piu’ un tifoso del Milan”. Così Silvio Berlusconi che, da tifoso e non più da presidente, dà consigli a Vincenzo Montella per il bene della squadra. “Sapete – aggiunge il Cavaliere -, da quando sono entrati nel mondo del calcio i soldi del petrolio una squadra che vuole essere ai livelli del Milan vuole risorse che non possono essere spese da una sola famiglia. E infatti sono stato dolorosamente costretto alla cessione del club”.

Oggi nella sede milanista è stata una giornata molto importante, con un continuo via vai di agenti e procuratori per incontrare l’ad Marco Fassone e il ds Massimiliano Mirabelli. Montella intanto si augura che dal brutto crollo contro la Roma il suo Milan possa rialzarsi: sabato sera la trasferta a Bergamo contro l’Atalanta, da affrontare senza Ocampos e Paletta squalificati, e’ “decisiva” come l’ha definita lo stesso allenatore rossonero.