Mercoledì 23 aprile, Giornata mondiale del libro: a Roma distribuzione gratuita di 2mila volumi

Da Federico Moccia a Gabriel Garcia Marquez, da Alberto Angela a Noam Chomsky. C’è un po’ di tutto tra gli oltre duemila volumi che la mattina di mercoledì 23 aprile, in occasione della Giornata mondiale del libro, saranno distribuiti gratuitamente a Roma, in piazza Vittorio. 

Oltre ai passanti e ad alcune scuole che hanno aderito all’iniziativa, tra cui la primaria “Di Donato” di via Bixio e l’Itis “Galilei” di via Conte Verde, i libri saranno consegnati a numerose realtà aggregative che operano a favore dei cittadini stranieri.

L’evento, denominato “Un libro per l’integrazione” è promosso da Fondazione IntegrA/Azione, onlus che opera a livello internazionale nella gestione di azioni umanitarie, e rappresenta l’appendice del progetto più ampio “Nuova vita ai tuoi libri”, che ha coinvolto le librerie Feltrinelli di tutta Italia e il consorzio Comieco (recupero degli imballaggi). 

L’intera iniziativa ha permesso la raccolta di oltre 35mila volumi destinati a programmi di alfabetizzazione e corsi di lingua italiana per stranieri e alla creazione di biblioteche all’interno dei Cara, i Centri di accoglienza per richiedenti asilo, soprattutto nel Sud Italia (Foggia, Crotone, Catania e Caltanissetta). Ora una parte residua di quei volumi, costituita soprattutto da doppioni, sarà distribuita in occasione della Giornata mondiale del libro a Roma. Altre distribuzioni avverranno nei mesi a seguire in tutta Italia.

“Ciò che per molti rappresenta il ‘di più’ per altri può diventare utile e necessario: è questo il senso della nostra iniziativa – sottolinea Luca Odevaine, presidente della Fondazione IntegrA/Azione. “Inoltre intendiamo riaffermare il principio che la cultura costituisce il terreno privilegiato d’incontro e di relazione civile tra individui appartenenti ad ogni cittadinanza”. 

Variegata l’offerta libraria che sarà distribuita in piazza Vittorio a Roma: si va dai libri per l’infanzia e alla saggistica, destinati principalmente alle scuole, fino ai gialli e ai romanzi, distribuiti soprattutto ai passanti.

Ai cittadini stranieri saranno destinati principalmente i classici italiani e internazionali, nonché libri di autori sudamericani, africani e asiatici o in lingua.

NESSUN COMMENTO

Comments