Medio Oriente, venti di guerra e ritorno al futuro – di Roberto Pepe

Mi domando se questa analisi e conclusione sia troppo fantasiosa e pessimistica, oppure se gli analisti internazionali di geopolitica mediorientale continuino a sottovalutare le trasformazioni sociali che si stanno attuando, giorno dopo giorno, nel nostro vicino bacino mediterraneo. Possibile che tutti i movimenti tacciati come Primavere Arabe e questo aumento di tensione immotivato sulla striscia di Gaza non siano collegati e che abbiano, invece, un vero e proprio logico motivo finalizzato ad una escalation militare volutamente organizzata e programmata, tendente prima ad isolare Israele provocandolo a reagire, per poi sferrargli un contrattacco micidiale?

Ma riassumiamo gli eventi dopo la guerra del 1967. Gli accordi di Camp David (Sadat-Begin-Carter) hanno generato il trattato di pace israelo-egiziano nel ‘79.  Gli accordi di Oslo, (Auto-governo Palestina) furono  firmati nel ‘93 a Washington tra Arafat-Perez, presente Clinton. Con l’accordo “Oslo 2” firmato da Israele (Rabin) e l’OLP (Arafat) nel ‘95, si progetta il futuro assetto della striscia di Gaza e Giordania, attestato da Clinton, con i rappresentanti di Russia, Egitto, Giordania, la Norvegia e l’Unione europea.

Nella striscia di Gaza non c’è più un ebreo, in quanto gli israeliani hanno imposto “l’esodo” con la forza. Ma alti livelli di polonio radioattivo sono stati scoperti sugli effetti personali di Arafat morto nel 2004… La Nazione palestinese non parte più! In Egitto non c’è più il “dittatore” Mubarak; in Libia non c’è Gheddafi; in Turchia non ci sono più i militari; In Siria non si sa ancora se il “dittatore” Saddam resterà (è una bega tra musulmani); in Algeria e Tunisia, le zone interne prive di controllo stanno a guardare frementi.

I fratelli Musulmani stanno spingendo i palestinesi di Gaza – che avrebbero potuto essere già da quasi vent’anni una nazione indipendente – a sparare i razzi su Telaviv e Gerusalemme, sperando che Israele lanci una controffensiva di terra massiccia. Il mondo intero, l’ONU condannerà l’azione militaresca contro la popolazione inerme! Tutti i paesi  liberati dalla Primavera araba, sotto l’egida, con i soldi e le armi dell’Iran, saranno coalizzati nella battaglia finale per eliminare Israele! Chissà i francesi questa volta con chi staranno, visto che hanno riportato Khomeini in Persia e cacciato Gheddafi!

NESSUN COMMENTO

Comments