Maurizio Gasparri: “La legislatura non durerà 5 anni, non ci sono i numeri”

Il senatore azzurro, “Più che un accordo con partiti in quanto tali, bisogna sperare che certi parlamentari possano scegliere la strada della governabilità”. Ma non sarà così facile

Guardando ai risultati elettorali, Maurizio Gasparri ne è convinto: “Nessuno ha i numeri per fare proposte, non esiste una maggioranza chiara. Ciascuno sta sventolando le proprie bandiere”. Dunque? “L’impressione è che questa legislatura non sembra poter durare cinque anni”.

“Noi – sottolinea parlando a Radio Cusano Campus – intendiamo rispettare gli accordi della coalizione e i patti fatti davanti agli elettori. Salvini è legittimato a rivendicare un mandato. Poi si spera che parlamentari eletti in altre liste votino la fiducia al governo. Più che un accordo con partiti in quanto tali, bisogna sperare che certi parlamentari possano scegliere la strada della governabilità”. Ma non sarà così facile.

Il senatore Fi, tra le altre cose, ha parlato dell’ultimo film di Sorrentino, dedicato a Silvio Berlusconi: “Berlusconi è al centro di una aggressione giudiziaria, politica, persino fisica. Berlusconi è attrezzato all’assalto, immotivato e pretestuoso. Immagino che anche il film di Sorrentino sia un’aggressione. Non sono un fan di Sorrentino, Berlusconi è talmente una persona ben disposta verso l’umanità che lo invitò addirittura a pranzo. Non mi meraviglio se sarà un’opera denigratoria, questa gente campa di questo”.