Martin Bentzen, cuoco pluristellato, muore di fatica a 32 anni

A soli 32 anni era considerato un astro nascente della cucina planetaria. Martin Bentzen, uno dei collaboratori di Rene Redzepi nel celebre ristorante Noma di Copenaghen, è morto improvvisamente nella sua casa di Shanghai, poco dopo essere rientrato dal lavoro come chef del "Napas Wine Bar" della metropoli cinese. "Il nostro ex sous chef Martin Bentzen è morto all’improvviso ieri, riposa in pace vecchio amico" ha scritto Redzepi, il creatore di Noma, su Facebook.

La sorella di Bentzen, Nina, intervistata dal tabloid tedesco Bild, non ha dubbi: "E’ morto di stress. Aveva delle lunghissime giornate di lavoro e quando rientrava non riusciva ad addormentarsi". Nina non vuole addossare la colpa al ristorante, "Martin amava il suo lavoro, sono sicura che sarebbe di nuovo in cucina se fosse ancora vivo", semplicemente "il suo cuore ha smesso di battere".

Oltre al dolore, la famiglia Bentzen si ritrova a dover affrontare anche problemi di denaro per consentire il rientro della salma, dal costo previsto di 22mila euro. Gli amici di Bentzen hanno quindi organizzato una cena di beneficenza: i migliori cuochi danesi si metteranno ai fornelli per una tavola di 45 persone, offrendo un menu da 20 portate a 445 euro

NESSUN COMMENTO

Comments