Marò italiani all’estero, l’Italia chiede all’India di far rientrare in Patria Latorre

I legali di Massimiliano Latorre hanno presentato alla Corte Suprema indiana una richiesta per il suo rientro in Italia "per consentire un suo più rapido e completo ristabilimento". Una prima udienza e’ in calendario lunedi’ 8 settembre.

La richiesta di rientro di Latorre è motivata dal malore che ne ha reso necessario il ricovero in un ospedale di New Delhi. E’ possibile che una decisione del massimo tribunale indiano sul caso possa giungere nel giro di alcuni giorni.

Nei giorni scorsi, in seguito al malore accusato da Latorre, il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, si era immediatamente recata in India, accompagnata da medici e legali italiani. Ieri la presentazione dell’istanza di rientro in Italia per il fuciliere di Marina.

La decisione di presentare la richiesta urgente alla Corte Suprema per un ritorno in Italia di Massimiliano Latorre e’ stata presa in occasione della visita a New Delhi dal ministro della Difesa, Roberta Pinotti l’1 settembre scorso. Durante la visita del ministro, si e’ svolta una riunione con i legali dello studio Titus che difende i Fucilieri a cui ha partecipato anche un rappresentante italiano dell’equipe giuridica che assiste il governo nella definizione della strategia per risolvere il caso.