Marò italiani all’estero, Berlusconi: ‘farò di tutto per riportarli a casa’

Silvio Berlusconi, in un intervento pubblicato dal quotidiano ‘Il Tempo’, a proposito della vicenda che riguarda i nostri due marò ancora detenuti in India, scrive: "Farò tutto ciò che mi sarà possibile per riportare Massimiliano e Salvatore a casa, anche attraverso quei canali personali che ho costruito in tanti anni d’impegno in politica estera".

Il Tempo dedica la prima pagina proprio ai due marò, in vista della manifestazione di solidarietà nei loro confronti che si terrà oggi pomeriggio a Roma. Oltre all’intervento di Berlusconi, sono pubblicati sul quotidiano anche quelli dei ministri degli Esteri e della Difesa Federica Mogherini e Roberta Pinotti e del sindaco di Roma Ignazio Marino.

Il leader di Forza Italia parla di "uomini brutalmente privati dei loro diritti fondamentali" e che "hanno tenuto un comportamento davvero esemplare che onora la nostra Patria". Latorre e Girone sono il "simbolo di uno Stato vero".

"I Fucilieri di Marina Latorre e Girone hanno dimostrato la sopravvivenza di uno Stato sano, ancora in grado di fregiarsi del rispetto dei propri connazionali: uno Stato composto da cittadini capaci di donare se stessi, la propria libertà e la propria serenità senza chiedere nulla in cambio, andando oltre le burocrazie e le più intricate contingenze". “Sono certo di non scadere nel retorico: da oltre due anni i codici e le formule delle Forze Armate italiane hanno ritrovato senso per tanti civili di questo paese".

Berlusconi in conclusione rivolge “un pensiero affettuoso a tutti coloro che hanno contribuito all’organizzazione” della manifestazione in favore dei marò, e “a tutti coloro che vi parteciperanno e soprattutto a Massimiliano e Salvatore, alle loro famiglie e ai loro cari".

NESSUN COMMENTO

Comments