Mark Zuckerberg a Roma, vede Renzi e dona 500mila euro alla Croce Rossa

Matteo Renzi ha incontrato Mark Zuckerberg a Palazzo Chigi. Il presidente del Consiglio e il creatore di Facebook hanno avuto un cordiale colloquio, che il premier su Facebook racconta così: “A Palazzo Chigi ho incontrato oggi Mark Zuckerberg, inventore e creatore di Facebook. Da anni l’espressione ‘Chiedere l’amicizia’ e’ diventata parte della vita quotidiana di molti di noi, utenti di questo social network. Solo in Italia siamo quasi trenta milioni!”.

“Memore degli studi latini di Zuckerberg – prosegue Renzi -, gli ho regalato una copia del ‘De amicitia’ di Cicerone, un dei capolavori letterari della Roma antica. Abbiamo discusso su come valorizzare nel modo più efficace possibile Facebook nel governo della cosa pubblica. E di come la nostra cultura – anche il latino – sia colonna portante della difficile stagione che stiamo vivendo".

Mark Zuckerberg durante la sua visita a Roma ha avuto un incontro con gli studenti alla Università Luiss. Durante il suo intervento ha avuto anche modo di ripercorrere i suoi studi classici, alla radice del suo particolare amore per Roma, città dove trascorse anche la sua luna di miele con la moglie Priscilla. Uno dei suoi personaggi preferiti e’ Augusto, che "creo’ la Pax Romana, 200 anni di pace mondiale". La consorte gli rimprovero’ "che in luna di miele eravamo in tre: io lei e Augusto; ho visitato la sua casa, la sua statua, l’Ara Pacis".

"Amo Roma, ho studiato latino e storia romana, amo moltissimo la cultura romana, talmente tanto che all’inizio volevo specializzarmi in studi classici", ha ricordato Zuckerberg, che ha poi citato il viaggio di Enea a una studentessa che gli chiedeva quale fosse la sua filosofia per emergere vincente da una condizione di difficoltà.

E DONA 500MILA EURO IN AD CREDITS "Abbiamo iniziato a lavorare con la Croce Rossa in Italia, le doniamo 500.000 euro in AD credits. E abbiamo messo a disposizione la piattaforma Facebook per un aiuto su qualsiasi cosa abbiano bisogno: ricerca di volontari, donazioni di sangue, qualunque cosa di cui abbiano bisogno". Così l’inventore di Facebook durante l’incontro con gli studenti all’Università Luiss. Immediato il ringraziamento della Croce Rossa: “Nati come spazi virtuali principalmente di divertimento e svago, i social network stanno dimostrando da tempo la loro grande utilità anche per l’impegno sociale, la comunicazione in caso di emergenza e la solidarietà al servizio delle comunità colpite da eventi tragici come quello che stiamo vivendo in questi giorni. Ringrazio il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg che, ancora una volta come in passato, non è rimasto indifferente al dolore di una comunità e ha contribuito nel modo più congeniale al suo social network, utilizzandolo come naturale moltiplicatore della solidarietà che permetterà alla Croce Rossa Italiana di assistere le vittime del terremoto del centro Italia". Lo ha dichiarato, in una nota, il presidente Nazionale della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca.

Il mezzo milione di euro sotto forma di AD credits alla Croce Rossa potrà essere utilizato sulla piattaforma Facebook per promuovere le attività più urgenti, dalla raccolta fondi, alla richiesta di donazione di sangue.

NESSUN COMMENTO

Comments