Mario Giordano: Se politica costasse meno funzionerebbe meglio

‘Se la politica costasse meno, funzionerebbe certamente meglio’. Non ha dubbi Mario Giordano, direttore del canale all news di Mediaset, Tgcom24, che nel suo nuovo libro ‘Spudorati’, edito da Mondadori, denuncia gli alti costi della politica e le ‘riforme di facciata’ per ridurli. Giordano spiega la tesi di fondo del suo volume: ‘tra i motivi dell’inefficienza della politica ci sono gli alti costi’. E sostiene che e’ necessario abbatterli per due motivi: uno ‘puramente economico, perche’ non sono piu’ sopportabili, e l’altro di natura morale, perche’ quando si chiedono sacrifici ai cittadini, non lo si puo’ fare mantenendo i forzieri pieni, le auto blu e i privilegi’.

‘Quando si parla di aumentare le tasse ai cittadini -sottolinea Giordano- lo si fa subito, mentre se si tratta di tagliare privilegi e costi della classe politica, si procede con una lentezza esasperante’. E punta il dito contre quelle che definisce ‘riforme di facciata’, portando ad esempio quella appena varata sui ‘vitalizi dei parlamentari e sull’innalzamento della loro eta’ pensionabile a 60 anni, con il passaggio dal sistema retributivo a quello contributivo. Provvedimenti – avverte Giordano – adottati per gli altri italiani ben 17 anni fa. Non solo. Mentre i parlamentari hanno protestato contro questa misura, non hanno avuto problemi a innalzare l’eta’ pensionabile degli altri italiani a 66 anni’.

‘Spudorati’ quindi entra nel solco dei libri accusati di alimentare l’antipolitica. ‘Ma l’antipolitica – spiega il direttore di Tgcom24 – considerato il basso livello della politica, e’ la vera politica. Sono convinto – aggiunge – che serva riscoprire i valori della politica, ma serve evidenziare i guai che in questi anni la politica ha combinato’.

Nel mirino di Giordano ci sono: il meccanismo di finanziamento dei partiti ai quali ‘viene rimborsato il triplo di quello che spendono, con un’istituzionalizzazione della truffa’; le Province, ‘enti inutili e costosi che riducono l’efficienza, della cui abolizione si parla sempre ma che non si fa’; i palazzi della politica. ‘Perche’ -si chiede il giornalista- a Londra tutti gli uffici del Parlamento sono in un unico edificio e invece in Italia Camera e Senato dispongono di altri 40 palazzi?’.

Se e’ vero che per tagliare alcuni costi strutturali servono leggi di modifica della Costituzione, come ad esempio, per ridurre il numero dei parlamentari, in alcuni casi, spiega Giordano, ‘si puo’ agire con semplici leggi di bilancio, come per i doppi vitalizi, le auto blu, o altri onerosi privilegi’.

Di fronte a tutto questo, secondo il direttore di Tgcom24, ‘non ci si puo’ rassegnare, perche’ il grande nemico della buona politica e’ proprio la rassegnazione e il senso di impotenza. Se fino a qualche mese fa la rassegnazione era ancora consentita da una certa abbondanza, quando si toccano le fonti vitali delle famiglie, allora non e’ piu’ sostenibile. Non immagino certo una presa della Bastiglia -chiarisce- ma una reazione si’. Perche’ non possiamo piu’ permetterci i privilegi spudorati della classe politica’.

NESSUN COMMENTO

Comments