Manovra dopo l’estate, il governo: no aumento Iva, gli 80 euro di Renzi restano

Matteo Salvini, vicepremier: “Si tratta di indiscrezioni dei giornali, palesemente false e che servono solo per riempire le pagine dei quotidiani in agosto"

Manovra economica, dopo l’estate. Governo al lavoro. Matteo Salvini, vicepremier e ministro dell’Interno, assicura: “Questo governo non pensa di togliere gli 80 euro e non vuole aumentare l’Iva. Si tratta di indiscrezioni dei giornali, palesemente false e che servono solo per riempire le pagine dei quotidiani in agosto”.

“Non so chi si sia inventato questa cosa, insieme all’aumento dell’Iva, ma il governo è compatto – sottolinea l’altro vicepremier, Luigi Di Maio – nella volontà di non aumentare l’Iva e di non toccare o mettere le mani in tasca ai cittadini anche per quanto riguarda quella misura”.

Matteo Renzi non poteva lasciarsi scappare l’occasione per cinguettare a modo suo: “Oggi Salvini difende gli 80 euro. Ieri il Governo ha detto che apprezza il mio piano periferie. Prima hanno cambiato idea su caporalato e su articolo 18. Dicono: ‘Renzi ha un cattivo carattere’. Meglio restare antipatici e fare cose utili che raccontare barzellette: il tempo è galantuomo”.