Made in Italy, Expo 2015 sbarca in Scozia: Italia di scena a Glasgow

L’Expo 2015 e’ sbarcato in Scozia. Il museo della scienza di Glasgow ha ospitato un’intera giornata di eventi dedicati all’esposizione universale di Milano, alla presenza della "first minister" scozzese, Nicola Sturgeon, e dell’ambasciatore d’Italia nel Regno Unito, Pasquale Terracciano. All’evento hanno partecipato circa 500 invitati, in rappresentanza delle istituzioni, dell’industria alimentare, dell’ospitalita’, della cultura, del volontariato e del commercio equo e solidale. Presenti agli eventi e ai seminari anche due sottosegretari del governo scozzese, Humza Yusaf, con delega alla Cooperazione internazionale, e Maureen Watt, titolare della Salute pubblica.

L’ambasciata d’Italia a Londra ha fatto sapere che "nel corso dei propri interventi, Sturgeon e Terracciano hanno espresso l’auspicio di una forte partecipazione del pubblico britannico, e scozzese in particolare, a Expo 2015, sul quale un team venuto da Milano ha tenuto una presentazione molto completa. Sturgeon ha sottolineato il particolare interessamento della Scozia nell’Expo per via della storica collaborazione con l’Italia e per il coinvolgimento della Scozia nei temi centrali dell’esposizione universale, come l’educazione alimentare, la sostenibilita’ e il commercio equo e solidale. La Scozia ha infatti celebrato nell’occasione il secondo anniversario della nomina a ‘Fair Trade Nation’, tra le poche al mondo".

L’ambasciatore Terracciano ha poi sottolineato come Expo Milano 2015 tocchi tematiche chiave a livello globale che spaziano dalla sicurezza alimentare alle energie rinnovabili. "Milano – ha ricordato con una nota la sede diplomatica – nella seconda meta’ del 2015 sara’ la capitale globale dell’alimentazione, confermando l’importante vocazione italiana alla leadership italiana nel comparto agroalimentare".

La serata ha visto fra gli sponsor italiani la casa vinicola Zonin e la pasta Molisana e si e’ conclusa con una cena preparata dallo chef Fabio Campoli, arrivato appositamente dall’Italia, e con un concerto del jazzista Antonio Forcione.

NESSUN COMMENTO

Comments