M5S, schiaffo a Pizzarotti: da Grillo a Reggio Emilia ‘come spettatore’

Federico Pizzarotti non sara’ sul palco di piazza Prampolini, dove il prossimo 9 maggio Beppe Grillo terra’ un comizio per sostenere il candidato sindaco del Movimento 5 stelle Norberto Vaccari. L’intervento del primo cittadino di Parma, che ieri aveva rivendicato la sua presenza sul palco – rivelano alla ‘Dire’ fonti interne al Movimento – non e’ previsto in scaletta. Pizzarotti dunque e’ stato si’ invitato all’evento, ma come semplice spettatore del comizio mentre l’attenzione sara’ riservata ai candidati alle elezioni europee e amministrative.

Proprio ieri il sindaco di Parma, interpellato fuori dal Comune, aveva fatto sapere che "stava organizzandosi" per essere presente all’appuntamento reggiano ("avevo un altro impegno") lasciando pero’ intendere che non si sarebbe accontentato di un posto defilato. L’invito era stato esteso al sindaco di Parma da Vaccari che commenta: "Non ho gradito la strumentalizzazione di Pizzarotti". Il candidato reggiano replica per le rime al sindaco M5s di Parma anche sulla querelle relativa al "Museo dei rifiuti di Parma". "È chiaro che su Iren abbiamo idee totalmente diverse".

Intanto la deputata pentastellata Maria Edera Spadoni definisce "questa serata davvero importante in quanto Reggio Emilia non ha mai avuto un ricambio politico al governo dal dopoguerra ad oggi. Una situazione di mancata alternanza che ha prodotto la creazione di sacche di potere, clientelismo ed un abbassarsi del livello dei servizi. La nostra citta’ oggi soccombe ad un potere sempre piu’ autoreferenziale che ha prodotto nel corso degli anni troppi danni". Dunque, aggiunge la parlamentare 5 stelle, "serve un cambiamento. E’ necessario". Il Movimento 5 Stelle, secondo Spadoni, "rappresenta l’unico voto utile". Per cercare di evitare il ballottaggio con il Movimento 5 Stelle, "il potere ha messo in campo le ‘larghe intese’ con liste che vanno da Sel al Pd, fino ad ex Forza Italia ed ex Udc". Conclude quindi Spadoni: "Evitiamo a Reggio Emilia i disastri che si sono verificati a Roma proprio con le ‘larghe intese’".

NESSUN COMMENTO

Comments