‘M’Imprendo’: giovani, lavoro, auto imprenditorialità – di Beatrice Boero

Sviluppo e occupazione. Giovani, lavoro, auto imprenditorialità: presentata la quinta edizione del progetto “M’Imprendo”. Ancora una volta, quest’anno si rinnova la manifestazione volta ad offrire alcune nuove opportunità di lavoro. Non solo, in questo caso si può mettere alla prova sia le conoscenze professionali acquisite nel corso degli studi, sia la propria creatività nell’universo lavorativo. E vedere se si ha la stoffa o la capacità dell’imprenditore. Un ottimo banco di prova da non scartare, ma sfruttare nel miglior modo possibile.

Iniziative, premi, progetti di vario tipo, pensieri, idee di facile o difficile attuazione. Ai ragazzi che intendono partecipare, verrà offerta carta bianca. Da tutto ciò scaturiranno incontri, seminari, tirocini, volti a mettere in pratica, migliorare e portare alla compiuta realizzazione l’iniziativa proposta. Il target a cui si rivolge il progetto è molto giovane. Si tratta di un concorso di idee di autopromozione all’imprenditorialità, destinato agli studenti dell’ultimo biennio delle scuole superiori ed agli studenti dei Centri di Formazione Professionale.

Il bando, aperto fino al 25 ottobre, prevede l’assegnazione di 10 premi, della cifra di 1.000 euro ciascuno, alle migliori dieci idee progettuali da tradurre in impresa che abbiano come tema: “Anno europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni”. Nel bando 2012 sono state introdotte alcune novità. Prima fra tutte, la possibilità per ciascun gruppo di vincitori di individuare un alunno che parteciperà ad un tirocinio formativo presso una struttura che svolga una attività attinente con l’idea imprenditoriale presentata. Per tutta la validità del bando, inoltre, saranno attivati seminari aperti sia ai docenti che agli studenti. Sono in programma 24 incontri rivolti a temi specifici, come il marketing e la creazione d’impresa.

NESSUN COMMENTO

Comments