Lucio Dalla, oltre 50mila persone per ultimo saluto. Sindaco Bologna: ‘Siamo grande città’

Oltre 50mila persone, da ieri, hanno voluto dare l’ultimo saluto a Lucio Dalla, visitando la camera ardente. Fra persone arrivate da tutta Italia, anche molti personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport, persino della politica. 

A mezzogiorno di oggi erano più di 50 mila le persone che hanno reso omaggio alla salma di Lucio Dalla alla camera ardente nel cortile d’onore di Palazzo D’Accursio, a Bologna. Sono 30 mila invece, le firme sui libri d’onore (25 mila ieri, altre 5 mila stamane). Poco prima delle 13 alla camera ardente si e’ fatto vedere l’amico e cantautore Roberto Vecchioni, mentre stamane e’ passata Paola Turci e l’intera squadra del Novara, che stasera giochera’ contro il Bologna.

Virginio Merola, sindaco di Bologna, commenta con soddisfazione la risposta dei cittadini alla scomparsa del grande artista bolognese: "Siamo una grande citta’ e Lucio ce lo ha ricordato. Possiamo dare molto a questo Paese". "Sono molto orgoglioso – ha detto Merola – di essere il sindaco di questa citta’ in questi momenti. C’e’ una spontaneita’ organizzata che funziona in modo responsabile. I bolognesi scoprono in questi giorni di essere delle persone libere che hanno un cuore. E questa intelligenza del cuore – ha continuato il sindaco – si e’ manifestata benissimo: file ordinate, voglia di rendere l’ultimo omaggio a Lucio Dalla e vigili urbani impegnatissimi per tenere aperto e non per tenere chiuso". Merola ha infine ricordato "le persone del cerimoniale che si sono messe a spazzare senza che nessuno glielo chiedesse".

CORONA DI GIRASOLI DA VASCO ROSSI: "CIAO LUCIO" Girasoli e una semplice scritta: "Ciao Lucio". E’ arrivata nella camera ardente di Palazzo d’Accursio la corona di fiori di Vasco Rossi per Lucio Dalla. Nel cortile del Comune continua senza sosta la sfilata di gente davanti la bara, in attesa delle esequie previste per le 14.30 in San Petronio. Tra la gente comune, stamattina si sono visti anche Daniele Silvestri, Roberto Vecchioni, Roberto Baggio, Iskra Menarini e Fio Zanotti. Ieri, dopo la mezzanotte, a Palazzo sono arrivati tutti insieme Renato Zero, Jovanotti, Samuele Bersani, Ron, Luca Carboni: un modo per festeggiare il compleanno di Dalla, hanno fatto sapere. E poco prima che chiudesse la camera ardente, intorno alle due, sono comparsi anche il ‘discepolo’ di Dalla, Marco Alemanno, e Pierdavide Carone, che con il cantante ha duettato all’ultimo Sanremo, entrambi assai provati.  

SILVESTRI, E’ UN PEZZO DELLA MIA INFANZIA "Ci sono cresciuto con lui, l’ho conosciuto quando era bambino. Mia madre cantava jazz con lui a Bologna e quando era giovane si conoscevano". L’ha ricordato commosso il cantante Daniele Silvestri, poco dopo la visita alla camera ardente di Lucio Dalla, nel cortile di Palazzo D’Accursio a Bologna, che tra poco piu’ di un quarto d’ora chiudera’ i battenti per far si’ che il feretro di Dalla arrivi a San Petronio per i funerali, il cui inizio e’ previsto per le 14,30. "Adoravo la sua musica – ha detto ancora Silvestri – l’adorero’ sempre. E’ un pezzo della mia infanzia".

 

NESSUN COMMENTO

Comments