Londra, sospeso concerto Bruce Springsteen e Paul McCartney per eccesso di rumore: e a Roma?

Constatato che su tutti i quotidiani appare lo straziante lamento degli insonnoliti cittadini di tutta Roma, che nonostante denunce impotenti a tutte le autorità, debbono sopportare continui schiamazzi notturni e chiassose manifestazioni di varie movide e feste di quartiere, … domando  al Sindaco Alemanno, se anche lui avrebbe fatto interrompere, come hanno fatto a Londra, un concerto di Bruce Springsteen e Paul McCartney, che hanno “osato” sforare l’orario pattuito di mezz’ora.

Il concerto doveva concludersi alle 22,30 (ripeto: 22,30), mentre alle 23.00 del “sabato sera” i due cantanti facevano ancora un tremendo chiasso in piazza. Pertanto mentre i due cantavano, le autorità hanno “staccato” la corrente, prospettando loro anche una denuncia per disturbo alla quiete pubblica!

Mi dispiace, odio gli inglesi, ma la mia – lo riconosco – è semplicemente pura  invidia per un popolo che forma una Nazione, dove lo Stato di Diritto individuale (dormire in santa pace nella propria casa) è superiore alla mitica perfomance storica (probabilmente irripetibile) di due mostri sacri della musica moderna!

God save the queen (ed il Sindaco di Londra)!

P.S. Probabilmente, a Roma, avrebbe assistito pure Alemanno al concerto!…

NESSUN COMMENTO

Comments