L’Italia centrale trema ancora, terremoto 2.1 in provincia di Firenze

La scossa è durata sedici secondi, un periodo lunghissimo. La profondità del sisma è stata di oltre 10 chilometri. Niente danni

Non smette di tremare l’Italia centrale. Le scosse sono continue. Una scossa di terremoto di magnitudo 2.1 è stata infatti registrata in Valdelsa ieri sera, intorno alle 21.09, con epicentro a Castelfiorentino (Firenze). La scossa è durata sedici secondi, un periodo lunghissimo. La profondità del sisma è stata di oltre 10 chilometri.

Nessun danno a cose o persone. I Vigili del Fuoco sono comunque in allerta, pronti a intervenire in qualsiasi momento.

Intanto è stata definitivamente riaperta al traffico l’ex strada provinciale 502 ‘Cingolana’ che da San Severino Marche collega al territorio di Serrapetrona (Macerata). Il tratto d’asfalto, passato in gestione all’Anas, serve uno dei quartieri della citta’, l’Uvaiolo, maggiormente colpiti dalle scosse di Terremoto.

Chiusa a ottobre 2016, la strada e’ stata messa in sicurezza abbattendo alcuni edifici pericolanti, e riaperta alle auto. Un piccolo tassello che si aggiunge al lento ritorno alla normalita’ della citta’. Nello stesso quartiere sono 18 gli edifici abbattuti perche’ non possono essere recuperati.