Lingua italiana nel mondo, Di Biagio (Ap): “Corsi di italiano a rischio, sbloccare contributi a enti gestori”

Il senatore eletto in Europa: “Qualora i contributi ministeriali continuassero a tardare, nonostante le assicurazioni che erano state fornite dal sottosegretario Amendola, la situazione potrebbe precipitare

Aldo Di Biagio, senatore eletto nella ripartizione estera Europa, torna sul tema della lingua italiana nel mondo. In una nota il parlamentare dichiara: “Sento di dovere tornare a porre l’attenzione sulla questione dei finanziamenti agli enti gestori dei corsi di lingua e cultura italiana all’estero”. E spiega: “Dalle notizie che giungono dalla Germania la situazione è molto critica e si paventa il rischio della sospensione dell’attività didattica. A Stoccarda, per citare solo una delle situazioni, alcuni enti gestori rischiano di essere oggetto di pignoramento se non riusciranno a saldare quanto dovuto alla Cassa Mutua, al Finanzamt, agli insegnanti e al personale di segreteria”.

Dunque Di Biagio lancia l’allarme: “Qualora i contributi ministeriali continuassero a tardare, nonostante le assicurazioni che erano state fornite dal sottosegretario Amendola, la situazione potrebbe precipitare. Per tale motivo se necessario interrogherò il Ministero competente – annuncia in conclusione il senatore – affinché si ponga pronto rimedio per evitare che la situazione non precipiti del tutto con la sospensione dei corsi di lingua e cultura italiana”.