Liguria, il fascino di Portofino in autunno [FOTO e VIDEO]

Una stagione in cui la perla della Liguria mette in mostra il suo fascino più nascosto. E il suo mare promette mirabolanti avventure

Portofino è una delle località marine più conosciute ed esclusive del mondo, frequentata da personaggi illustri da più di due secoli. Possiede uno dei paesaggi costieri più celebri d’Italia, unica è la veduta del borgo con le sue case alte e strette, dalle facciate color pastello, che si ritrovano raccolte intorno al porticciolo. Il luogo giusto per trascorrere una vacanza romantica ed indimenticabile, davanti a una distesa di mare di incomparabile bellezza. La stagione autunnale mette in mostra tutto il suo fascino più discreto e nascosto: e il mare promette mirabolanti avventure.

Già nel 1800 Portofino era frequentata da viaggiatori e personaggi importanti. Guy de Maupassant fu uno tra i primi a scoprirne il suo particolare fascino. Da allora il mondo dello spettacolo, della cultura, della finanza ha trovato qui un rifugio, un salotto elegante ed appartato, per trascorrere piacevoli periodi di riposo. Il cuore di Portofino è la celebre piazza: qui si sono intrecciate e si intrecciano le storie degli abitanti e quelle dei turisti, degli operosi pescatori e dei ricchi proprietari di yacht.

Panorami mozzafiato – Sul monte meritano una visita il castello Brown del diciassettesimo secolo, circondato da un giardino mediterraneo ricco di fiori, roseti e pergolati, e la chiesa di San Giorgio, che conserva le reliquie del santo martire soldato. Nei dintorni si trova San Fruttuoso di Camogli, nell’insenatura della baia di Capodimonte, dove sorge il piccolo borgo marino che un tempo fu covo di pirati. Da visitare assolutamente l’antica abbazia di San Fruttuoso e le tombe dei Doria. Si raggiunge a piedi, seguendo un sentiero che attraversa il Parco del promontorio.

Il regno del corallo rosso – L’Area marina protetta di Portofino comprende i comuni di Camogli, Portofino e Santa Margherita Ligure. Lo specchio di mare che circonda il promontorio è un’area di estrema importanza per la conservazione della biodiversità del Mediterraneo. È il regno del corallo rosso che, nei fondali del promontorio di Portofino, si sviluppa con popolazioni ricchissime, molto rare in altre parti del mar Ligure. E Portofino è anche al centro dello straordinario cosiddetto “Santuario dei Cetacei”, un’area marina internazionale protetta che si estende per 100.000 Km², e che comprende anche la Costa Azzurra, La Toscana e la Corsica. Ammirare le acrobazie degli animali marini nel loro habitat naturale, scattare una fotografia memorabile, trascorrere una giornata in famiglia osservando il mare che si anima di tanti simpatici abitanti sottomarini. Un migliaio di balene, oltre 30 mila tra  stenelle, tursiopi e delfini comuni, ma anche grampi, zifi, globicefali e occasionali balenottere minori affollano le coste della regione.

Accarezzare le balene, emozione indimenticabili – Fino ad ottobre, la compagnia Golfo Paradiso e altri battellieri offrono la possibilità di osservare da vicino i cetacei che popolano il mare della Liguria con escursioni in compagnia di un biologo marino della durata compresa tra le 5 e le 10 ore, a seconda del porto di partenza. Arrivando dove la profondità delle acque raggiunge i 1000/1500 m, aumenta la probabilità di avvistare i cetacei. I partecipanti possono così scoprire i dettagli della vita di questi incredibili animali grazie ai racconti del biologo marino che, coinvolgendoli attivamente nell’avvistamento, risponde a ogni curiosità accompagnando la visita in mare aperto.