Libri, Simona Aiuti presenta ‘Provincia segreta e tacchi a spillo’

La vita della Provincia italiana e in quella che è la Ciociaria oggi può essere molto più intrigante di quanto si possa immaginare, specie se si mettono alla berlina tutti i vizi privati o pubbliche virtù della Provincia di Frosinone, e Simona Aiuti, da tempo collaboratrice di Italiachiamaitalia.it, ha scoperchiato buona parte di quel torbido che molti si affannano a nascondere nella Ciociaria di oggi.

In una cittadina dell’Italia centrale come tante identificabile con la Provincia di Frosinone, attorno agli studi della mitica “Radio Camilla”, chiamata così in onore della regina dei Volsci, si svolgono le vicende umane di segretarie tatuate, improbabili dj, vigili del fuoco sexy, P.R. spregiudicate, trans brasiliani in completi leopardati che hanno lasciato il basket per locali trans, professoresse senza eredità in declino che si dilettano con “libri di magia” e “lettura di tarocchi”, parenti serpenti che si azzuffano, sciampiste innamorate, segretarie tatuate occupate nella lettura dei tarocchi in orario d’ufficio, e insegnanti di religione che saltano nel letto del parroco nella Ciociaria di oggi.

Tra sesso, scarpe sexy, droghe e alcol, politici e giornalisti un po’ disonesti, si possono anche incontrare oneste donne delle pulizie alle prese con amori con l’A maiuscola e ragazze in “tacchi a spillo alla Almodovar” che si aiutano nelle difficoltà. Alcune giovani donne, correndo impavide su vertiginosi “tacchi a spillo alla Almodovar”, tra agenti di commercio innamorati, commercialisti dai controversi gusti sessuali, forse gay o impotenti, retate della polizia nei Club per scambisti, ragazzine dai capelli fuxia, e infiniti aperitivi e happy hour, combattono come amazzoni moderne, cercando di sfoderare un po’ di quel coraggio che aveva in battaglia la Camilla, lei giovane regina dei Volsci che nel 300 a.c. combatté contro i troiani in quella che è la Ciociaria oggi.

Pinuccia, Mimma, Luisella, Ginevra e qualche altra, riescono a tenere la rotta nonostante tutto, facendo mangiare la polvere alle sfigate che finiscono nelle grinfie di “sette sataniche” casarecce o ubriache in “hotel a Ibiza”, e anche alle vigliacche che non avendo avuto il coraggio d’osare si sono arrese ingoiando ansiolitici, dopo aver abbandonato i propri sogni, cercando di depredare anche quelli delle amiche ancora in pista in “tacchi a spillo alla Almodovar”.

Emulare la mitica regina Camilla forse è impossibile, ma tra passioni, tradimenti, libri di magia, lettura dei tarocchi gratis, un coraggio da leonesse, uno stiletto di Prada e una “Alviero Martini”, qualcuna di loro in qualche modo riesce a restare a galla e coerente a se stessa nella provincia di Frosinone.

NESSUN COMMENTO

Comments