Legge mancia, E io che pensavo fossimo in crisi! – di Emanuele Esposito

Lavoro nel campo della ristorazione da 21 anni, ne ho 37, e nessuno dei miei clienti in questi anni di attività mi ha mai dato una mancia così cospicua. Ieri il parlamento Italiano ha approvato la legge mancia, anzi ha fatto di più, ha aumentato il budget. Sì, dai, ‘sti poveretti di deputati lavorano come matti, diamogli qualcosina in più; ma che strano, ma non s’era detto che dovevamo stringere la cinghia?

Qualche illustre politico recentemente ha detto che si dovevano ridurre se non eliminare il diritto alla pensione dei deputati, un certo Bertinotti si incavolò, dicendo che lui aveva lavorato una vita… Beato lui che ha lavorato una vita e ha una pensione, io lavorerò fino all’ultimo secondo della mia vita e non godrò nemmeno di quella.

Quindi la legge mancia approvata passa dai 50 milioni di euro a 150 milioni di euro, alla faccia della crisi, delle alluvioni, dei morti e dello spread. E a me, povero illuso, tocca faticare una vita e sperare che qualche buon cliente mi dia una mancia di 100€ per comprarmi un paio di scarpe nuove. Questa è la coerenza politica e il rigore che il super Mario vuole attuare?

Mi spiace che questa notizia sia passata in silenzio… Ma il popolo deve sapere. Mi chiedo: ma questa benedetta crisi è solo per noi poveri umili operai? Speriamo che qualcuno si indigni!

NESSUN COMMENTO

Comments