Legge elettorale, mossa PdL: prossima settimana ddl al Senato

Un disegno di legge per modificare l’attuale sistema elettorale da presentare la prossima settimana in Senato. La decisione e’ stata presa nel corso del vertice a palazzo Grazioli tra Silvio Berlusconi e lo stato maggiore del partito. La proposta conterra’ i ‘desiderata’ del Pdl e’ cioe’ un premio di maggioranza al partito del 10%, l’introduzione delle preferenze e la soglia di sbarramento non solo nazionale ma anche regionale pari al 5%. Si chiedera’ di fare altrettanto al Pd in modo da spostare il confronto in Parlamento. La decisione – spiega chi ha partecipato al vertice a via del Plebiscito – ha come obiettivo quello di provare ad uscire dall’impasse di queste settimane. Non vogliamo forzare la mano – e’ il ragionamento – ma non vogliamo passare come quelli che vogliono affossare la legge elettorale. Il testo sara’ depositato martedi’ e l’invito rivolto al resto dei partiti, Pd in testa, e’ quello di fare altrettanto e cioe’ presentare una proposta con le richieste di modifica volute dai Democratici. In questo modo palazzo Madama, nelle intenzioni del PdL, entrera’ nel merito della questione dalla prossima settimana.