Legge elettorale, Belisario (Idv): Diciamo no ad un accordo truffa

"Un confronto a due tra Pdl e Pd sulla legge elettorale, avanzato da Berlusconi, e’ l’ennesima proposta indecente dell’ex premier e andrebbe rispedita subito al mittente. Si tratterebbe di un altro accordo idegno per truffare i cittadini, serve invece il coinvolgimento di tutte le forze parlamentari per una riforma che cancelli il Porcellum rispettando le istanze di 1.200.000 cittadini che hanno firmato per il referendum". E’ quanto afferma Felice Belisario, Capogruppo IdV al Senato. "E’ gia’ difficile da capire – aggiunge – che sia nata una maggioranza politica ibrida e innaturale, guidata da Alfano, Bersani e Casini, priva della legittimazione popolare. Se due partiti, che sono stati avversari fino a due mesi fa, si mettono insieme anche per la legge elettorale, sarebbe difficile non pensare ad una nuova ‘porcata’. Gli italiani hanno chiaramente manifestato la volonta’ di una riforma che conservi il bipolarismo con maggioranze chiare prima del voto, che consenta quindi di scegliere candidati, coalizione e leader. Berlusconi propone di lavorare ad un’intesa tra i due partiti di maggioranza per una legge elettorale che elimini dai giochi i partiti minori, magari salvando solo l’Udc: un’offerta che il Pd puo’ e deve rifiutare, auspichiamo che Bersani non ascolti le sirene del suo avversario. L’IdV sa di dover raccogliere il consenso continuando a stare dalla parte dei cittadini e chiede con forza che si rispetti lo spirito del referendum. Per questo – conclude Belisario – basta con i patti contro natura, la riforma elettorale si faccia subito in Parlamento senza scorciatoie".

NESSUN COMMENTO

Comments