Lega, occasione per Maroni (e non solo) – di Marco Zacchera

Guardate la foto della nuova direzione nazionale della Lega Nord: sorprende l’età media molto giovane e – conoscendo personalmente quasi tutti i componenti – è evidente la volontà di cambiare pagina anche per le recenti brutte figure. La Lega è in calo perchè ha deluso, ma nel Nord è forte la critica al sistema politico, a Monti, alle scelte del governo, all’obiettiva ingiustizia che troppe persone sentono sulla propria pelle considerando altre parti del Paese responsabili della maggior parte degli sprechi e del “peso” assurdo della amministrazione pubblica.

Un grande bacino elettorale che forse vede oggi in Grillo una epidermica scelta di protesta, ma che alla lunga tornerà a guardare (e votare) per chi parlerà chiaramente, semplicemente, concretamente di cose e problemi seri.

Credo che la Lega si stia nuovamente attrezzando per farlo, lo stesso dovrebbe fare il PDL e proprio per questo PDL e Lega possono (e secondo me “devono”) ritornare a parlarsi, magari con il PDL capace finalmente di esprimere una propria “linea del Nord” perchè non possiamo sottostare sempre al peso elettorale di alcune regioni se si vuole al Nord essere credibili con il proprio (ex) elettorato. Stupisce che questa cosa semplice semplice non sia evidenziata dai (presunti) sondaggisti del Cavaliere, eppure chi conquista il Nord governa il Paese!

*già deputato PdL, sindaco di Verbania

NESSUN COMMENTO

Comments