Lega, Castelli: Bossi conferma candidatura? Tutti con lui

"Al governo Grillo farebbe meglio di Monti, farebbe meno danni anche perche’ le sue idee sono inapplicabili. Il comico genovese come Bossi degli inizi? No, Bossi ha sempre detto cose serissime. Puo’ essere che i grillini ci tolgano voti. Abbiamo un’immagine molto appannata, speriamo di uscirne con questa operazione pulizia che stiamo facendo". Lo dice Roberto Castelli, senatore della Lega Nord, alla Zanzara su Radio 24.
 
"Se Bossi conferma di volersi candidare, e’ meglio presentarsi con una candidatura unica al congresso per garantire l’unita’ del partito. Le correnti e’ una cosa che non ci appartiene, noi siamo ancora un partito carismatico come il Pci di Berlinguer o Forza Italia di Berlusconi. Come disse una volta Maroni, siamo l’ultimo partito di stampo sovietico, leninista". "Se Napolitano a 87 anni fa il presidente della Repubblica con piglio anche autoritario – dice ancora Castelli – non si vede perche’ Bossi che ne ha molti meno non possa ancora guidare la Lega. Maroni e’ la figura di maggior spessore politico in questo momento, ma il congresso e’ un’altra storia. E comunque se Bossi ha detto di volersi ricandidare sara’ stata una mossa concordata con il triumvirato".

NESSUN COMMENTO

Comments