Lavoro, Landini (Fiom): sbagliate le scelte del governo

Nel mondo del lavoro "c’era e c’e’ bisogno di produrre un cambiamento molto profondo che non e’ quello che il Governo sta facendo". Lo ha detto il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, aprendo l’assemblea nazionale dei delegati. Gia’ dall’assemblea dello scorso anno, ha proseguito, "giudicavamo sbagliate le scelte del Governo". Ciononostante, ha proseguito Landini, "il Governo sta andando avanti da solo. Non sta tenendo conto che il consenso della maggioranza delle persone che lavorano, che cercano un lavoro, i precari, non lo ha. Ma il Governo ha scelto di procedere lo stesso, non ascoltando neanche il Parlamento quando chiede piccole modifiche". A giudizio di Landini, ancora, "non puo’ essere che ci sia chi gioca da Berlusconi alla Fiom, per poi rispondere all’Europa e alla Confindustria, e pensa che qualcun altro debba giocare sul terreno che vuole lui: se pensa quella cosa li’ si e’ sbagliato". Rivolto all’Assemblea nazionale dei delegati Fiom, Landini ha aggiunto che "il ragionamento sulla coalizione sociale non c’entra nulla con la costruzione che e’ stata fatta. Se uno vuole scendere o non scendere" in politica, "se uno vuol fare o non vuol fare: non c’entra nulla".

Landini prosegue: "Mi permetto di dire al genio di Firenze: gli piacerebbe che tutto il mondo fosse come vuole lui, perche’ e’ un periodo che a lui piace, di volta in volta, costruirsi un nemico e decidere lui dove deve essere, cosa deve fare, cosa deve dire. Con noi si e’ sbagliato".

CAMUSSO, “NO A UN PARTITO” Susanna Camusso stoppa Maurizio Landini: la Cgil non diventera’ un partito ne’ un altra forma di organizzazione politica. "Quello che non va bene e non e’ nelle intenzioni della Fiom, quindi bisogna dirlo con molta nettezza, e’ che la Cgil non intende trasformarsi in un’organizzazione politica", dice Camusso, e "non diventa una coalizione di associazioni o di movimenti, perche’ la nostra funzione sociale e quindi politica, assolutamente straordinaria, parte dal rappresentare il lavoro". Il segretario generale della Cgil ha risposto da Bologna alle parole del leader Fiom che ha parlato questa mattina a Cervia.

NESSUN COMMENTO

Comments