Lavoro, Di Maio: “Interverremo su Jobs act per limitare licenziamenti selvaggi”

Il ministro del Lavoro Luigi Di Maio dopo l’incontro con i rappresentanti della Gic economy: “Ridurremo il numero di rinnovi dei contratti a tempo determinato"

Luigi Di Maio

Luigi Di Maio, ministro al Lavoro e allo Sviluppo economico, al termine dell’incontro con Deliveroo, JustIt, Foodora, Domino’s Pizza e Glovo, tutte piattaforme della cosiddetta Gig economy, parlando con i giornalisti ha annunciato: “Ridurremo il numero di rinnovi dei contratti a tempo determinato”. A chi gli domandava se saranno reintrodotte le causali, il ministro ha risposto che e’ un tema allo studio. Di Maio ha spiegato che l’obiettivo del governo e’ ridurre la precarieta’.

Lotta alla precarietà e ai meccanismi con cui i contratti a termine possono essere rinnovati a settimana o a mese. E’ il ministro del Lavoro a dettagliare così la strategia del governo che ha cominciato a studiare al riduzione del numero dei rinnovi del contratto a tempo determinato anche ipotizzando il reinserimento delle causali. Non solo. “Interverremo sul Jobs act anche limitando i licenziamenti selvaggi”.

Di Maio ha proposto alle aziende della Gig economy di aprire un tavolo di contrattazione tra i rappresentanti dei riders e i rappresentanti della piattaforme digitali e “chissa’ che non si arrivi al primo contratto nazionale della Gig economy”. “Mi e’ stato detto che sono disponibili”, ha aggiunto il ministro, precisando che “se poi il tavolo non dovesse andar bene interverremo con la norma che avevamo progettato.

Dopo l’incontro con le piattaforme con cui lavorano i Riders, il ministro ha riferito: “L’incontro e’ andato molto bene, c’e’ disponibilita’ al dialogo per arrivare a dare piu’ tutele ai lavoratori”. Le misure per i Riders non saranno piu’ inserite nel decreto dignità? “Vedremo nei prossimi giorni quale sara’ il risultato del tavolo, noi vogliamo risposte il prima possibile”.