Lavoro, Bersani: Articolo 18? Si può rivedere, ma non stravolgere

(D'ALIESIO)- ROMA 20/01/2012 ASSEMBLEA NAZIONALE DEL PARTITO DEMOCRATICO NELLA FOTO IL SEGRETARIO PIERLUIGI BERSANI FOTO: D'ALIESIO/ {TM News - Infophoto} Citazione obbligatoria {TM News - Infophoto}

Pier Luigi Bersani ha partecipato a Napoli al convegno ‘Dal Sud con le donne Ricostruiamo l’Italia’. Durante il suo intervento il leader del Partito Democratico ha parlato, fra le altre cose, anche del governo Monti: “Non posso definirlo un governo di sinistra o di centrosinistra perché non farà il 100 per cento di quello che faremmo noi. Ma rifiuto lo schema per cui sia un governo di destra perché saluto con soddisfazione il ritorno di alcuni temi come la lotta all’evasione, le liberalizzazioni, l’ impegno per infrastrutture e servizi, l’attenzione per il Mezzogiorno”.

Detto questo, Bersani avverte: nella riforma del lavoro l’articolo 18 non e’ centrale, bisogna partire dalla lotta alla precarietà. “Mi stupirei che non si partisse dall’eccesso micidiale di precarietà e di dispersione di percorsi professionali”. E’ necessario più che mai ripartire dai "giovani e dalle donne", per poi occuparsi di “ammortizzatori e regole in uscita". Sull’articolo 18 vanno bene alcuni “aggiustamenti di gestione, purché non salti il concetto". "Con un paese con problemi serissimi non possiamo permetterci il lusso di problemi di conflitti, l’Italia la salviamo tutti insieme".

GOVERNO FINO AL 2013, MA DICIAMO QUEL CHE PENSIAMO  "Non intendo far cadere il governo Monti, che continuerà fino alla fine della legislatura, ma quello che pensiamo lo diciamo".

CORRUZIONE, SEVERINO PORTI PROPOSTA INCISIVA IN PARLAMENTO "Mi auguro che il ministro Severino arrivi con una proposta incisiva anticorruzione perche’ dobbiamo rinforzare la legislazione su questo punto. E’ un tema che dev’essere portato rapidamente in Parlamento, sono fiducioso e credo che ci sia veramenet la possibilita’. Su questo non tiriamo per la giacca il governo, ma gli diciamo di sfidare i problemi e portare in Parlamento una proposta seria, poi vedremo chi la vota e chi no".

BERSANI, BERLUSCONI? NON MI INTERESSA PIU’ "Berlusconi non mi interessa piu’ dal primo giorno che abbiamo dato vita a questo governo di responsabilita’ nazionale facendo una scelta per il bene dell’Italia". 

COME PADRE MI DO 6, CHE FORTUNA AVERE DUE FIGLIE FEMMINE Che tipo di padre e’ stato? "Spero sufficiente, non pretendo di piu’ pero’ le mie figlie ragionano con la loro testa e questa e’ la cosa piu’ importante". Cosi’ il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, risponde a Lucia Annunziata a Napoli durante un convegno promosso dalle donne del partito. Bersani dice che e’ stata una "fortuna avere due figlie femmine" ma, conclude, "ha dovuto correggere qualcosa che avevo in testa".

Tra Fornero e Belen mia figlia sceglierebe il ministro "Mia figlia sceglierebbe la Fornero…". Cosi’ il segretario Pd Pier Luigi Bersani, durante l’iniziativa a Napoli del Partito democratico "Dal sud con le donne ricostruiamo l’Italia", risponde a Lucia Annunziata che gli domanda chi preferisca tra il ministro del Lavoro e Belen Rodriguez. 

NESSUN COMMENTO

Comments