Ladispoli, Alessandro Grando (Cuori Ladispolani) incontra operatori turismo balneare

Alla presenza di balneari, titolari di attività ricettive all'area aperta, titolari di rimessaggi nautici e chioschi, Alessandro Grando ha illustrato i punti del suo programma

Alessandro Grando, candidato sindaco Cuori Ladispolani

Continuano gli incontri con le categorie e le realtà produttive del territorio per il candidato sindaco Alessandro Grando. Martedì 23 maggio, allo stabilimento balneare Nettuno di Ladispoli, ha incontrato diversi imprenditori che legano la propria attività al demanio marittimo.

L’incontro, che seguiva quello avuto precedentemente da Grando con Assobalneari, si prefiggeva, infatti, di anticipare concretamente una delle proposte di Alessandro e cioè l’istituzione di un Tavolo del turismo balneare che consenta un rapporto più diretto dell’amministrazione con l’insieme delle imprese che operano sul mare.

Alla presenza, quindi, di balneari, titolari di attività ricettive all’area aperta, titolari di rimessaggi nautici e chioschi, Alessandro Grando ha illustrato i punti del suo programma relativi alla valorizzazione delle aree demaniali marittime, affrontando tematiche spinose come erosione, polo nautico del piccolo diportismo, pesca professionale, spiagge comunali prive di servizi nonché l’immobilismo politico-amministrativo che ha impoverito il nostro litorale, impedendo all’impresa di specializzare ed aumentare la propria offerta turistica.

“Come abbiamo scritto nel programma elettorale – ha sottolineato il candidato del centro destra, Alessandro Grando – riteniamo fondamentale promuovere una politica concretamente collaborativa con le imprese turistico balneari che sceglieranno di investire sulla cultura del mare e sulla sua divulgazione. E’ bene sottolineare che è giunta l’ora che la città di Ladispoli torni a guardare al mare come fonte di reddito e di crescita per tutta la comunità. E’ una risorsa che va valorizzata e non sottovalutata: il futuro della città è rivolto verso il mare e, lo ripeto ancora una volta, qualora fosse necessario, lo sviluppo è sulla costa e non verso l’entroterra con la solita politica del mattone”.

All’incontro sono interventi la Dott. Monia Renzi, direttrice della Bioscience Research Center, nonché l’Ing. Davide Sartali della Modimar che hanno, rispettivamente, illustrato alla platea la fattibilità e potenzialità di interventi come la stazioni di prelevamento, cave di sabbia da utilizzare per il ripascimento dell’arenile e la realizzazione di una darsena interna dedicata al piccolo diportismo locale.

Sono poi intervenuti i candidati consiglieri di Cuori Ladispolani Pierpaolo Perretta e Filippo Moretti che hanno fornito un approfondimento personale sulle tematiche affrontate.

A completamento è intervenuto, in materia urbanistica, Filippo Marra che ha esposto le complessità  esistenti e le possibili soluzioni.