La trans più famosa d’Italia, Efe Bal: “Regolarizzare la prostituzione”

Efe Bal: “Ci devono riconoscere dei diritti sociali, devono darci un nome, riconoscere il nostro lavoro. Il nostro lavoro è particolare, bisogna fare un controllo, una pulizia”

Efe Bal, la transessuale più famosa d’Italia, lo dice senza peli sulla lingua: “Il mese di agosto è una meraviglia per noi prostitute. Ho lavorato tutto agosto, sono andata in vacanza solo quattro giorni a Londra. Ho lavorato molto bene”. Ad agosto “si lavora da Dio, gli uomini sono sempre a caccia, mandano le mogli al mare e loro restando in città cercano compagnia. Le prostitute lavorano tantissimo ad agosto”.

In autunno invece? “Quando gli italiani ritornano dalle vacanze c’è un momento di calma piatta, finiscono i soldi, cominciano le scuole, tornano a lavorare, gli uomini entrano in depressione, pensano di meno al sesso. Settembre non va quasi mai molto bene, i padri di famiglia devono ricominciare la loro vita quotidiana”.

Parlando a Radio Cusano Campus, Efe Bal è tornata a ribadire la necessità di regolarizzare la prostituzione: “In questa estate si è sentito troppo spesso parlare di prostitute aggredite. E’ vergognoso. Ci devono riconoscere dei diritti sociali, devono darci un nome, riconoscere il nostro lavoro. Il nostro lavoro è particolare, bisogna fare un controllo, una pulizia, vedere chi davvero fa la prostituta e chi invece delinque e crea pericoli e problemi ai clienti”. Noi come ItaliaChiamaItalia siamo d’accordo con lei.

Comments