La Regione Puglia punta al Regno Unito per attrarre investimenti, missione a Londra

La Regione Puglia punta al Regno Unito per attrarre investimenti nel proprio territorio: la prossima tappa è Londra. L’assessore regionale allo Sviluppo economico Loredana Capone sarà lì, mercoledì 22 giugno, con il Servizio Pugliesi nel Mondo, la società in house Puglia Sviluppo, che si occupa di attrazione investimenti e l’agenzia regionale del turismo Pugliapromozione, per un doppio appuntamento.

In mattinata, un’intervista con la testata economica Financial Times insieme al presidente del Distretto aerospaziale pugliese Giuseppe Acierno sarà finalizzata a sviluppare nuove opportunità di collaborazione con il Regno Unito nel settore aerospaziale; nel pomeriggio, un networking meeting coinvolgerà manager, professionisti e imprenditori di origine pugliese residenti in Gran Bretagna interessati a conoscere meglio la Puglia di oggi come destinazione ideale per nuovi investimenti e partnership commerciali.

"Ci siamo posti un preciso obiettivo politico – spiega l’assessore allo Sviluppo economico – e intendiamo portarlo a termine a 360 gradi. L’obiettivo è attrarre investimenti in Puglia perché questo significa sviluppo economico per la nostra regione e nuove opportunità di lavoro per i giovani e non solo. Ma vogliamo farlo sotto ogni profilo, dall’industria al turismo".

"Incominciamo dall’aerospazio – aggiunge Capone -, con un’intervista con il quotidiano Financial Times, una delle testate economiche più autorevoli al mondo, nella quale valorizzeremo il settore anche in vista della nostra partecipazione al Farnborough International Airshow, la principale manifestazione internazionale dedicata all’aerospazio, in calendario a Farnborough (Regno Unito) dall’11 al 17 luglio 2016. L’aerospazio nel 2015 ha visto crescere il valore delle proprie esportazioni del 29,3% rispetto all’anno precedente contro un dato nazionale che si ferma ad una crescita del 3,3%. Ma ci sono ulteriori opportunità di crescita che intendiamo sfruttare proprio nel Regno Unito, che oggi è il quarto partner commerciale della Puglia per l’export aerospaziale".

"Nell’incontro di networking del pomeriggio – ha continuato l’assessore – l’attenzione si sposta a tutti i settori industriali pugliesi attraverso una cinquantina di interlocutori d’eccezione e cioè manager, professionisti e imprenditori di origine pugliese che oggi risiedono in Gran Bretagna, e che sono interessati a promuovere e ad avere relazioni commerciali con la loro terra d’origine. Sono pugliesi che hanno avuto successo nel Regno Unito ed oggi possono aiutarci a veicolare, in un mercato che conoscono benissimo, la nuova immagine della Puglia quale partner ideale per chi è interessato agli investimenti industriali ma anche come meta di un turismo di qualità".

A sottolineare gli elementi di attrattività della Puglia in vista del doppio appuntamento del 22 giugno è l’amministratore unico di Puglia Sviluppo Spa, Sabino Persichella: "La richiesta di investimenti pervenuta agli uffici di Puglia Sviluppo aumenta di giorno in giorno. Siamo già ad 1 miliardo e 100 milioni. All’interno di questa domanda sono in forte crescita anche gli investimenti richiesti con gli incentivi dedicati al turismo (Pia e Titolo II): il valore è di oltre 180 milioni di euro. In sostanza gli investimenti richiesti in un anno sono già il 67% di quelli agevolati in tutta la programmazione 2007-2013, un bel segnale di dinamismo e sviluppo che conferma il forte potenziale di attrattività della nostra regione". Nel corso del meeting l’assessore allo Sviluppo economico presenterà le politiche regionali in favore della "Smart Puglia". Seguiranno gli interventi a cura di Puglia Sviluppo, Pugliapromozione e della Sezione Internazionalizzazione – Servizio Pugliesi nel Mondo.

NESSUN COMMENTO

Comments