LA PROPOSITA | 17 gennaio sia Giornata del pizzaiolo napoletano

Si realizzino una serie di iniziative volte a valorizzare il legame della città con il mestiere del pizzaiolo e ad aiutare i più deboli

Il 17 gennaio sia la Giornata del pizzaiolo napoletano. E’ questo l’obiettivo a cui puntano l’amministrazione comunale di Napoli e le associazioni dei pizzaioli napoletani. Una data scelta perché il 17 gennaio si festeggia Sant’Antonio Abate protettore dei fornai e del pizzaioli.

“Con questa proposta – ha affermato l’assessore comunale alle Attivita’ produttive, Enrico Panini – non solo vogliamo festeggiare il riconoscimento Unesco per l’arte dei pizzaiuoli napoletani diventata Patrimonio culturale dell’umanità, ma celebriamo anche una tradizione e avanziamo un nostro ulteriore impegno in favore della Pizza e dei pizzaiuoli”.

Nella proposta, le associazioni chiedono alla Curia di istituzionalizzare Sant’Antonio Abate come Santo patrono dei pizzaiuoli; propongono che in quella data vengano coinvolte le scuole per realizzare progetti i cui frutti siano successivamente esposti nel Museo della Pizza, allestito ogni anno in occasione di Tuttopizza; di organizzare corner dove i turisti potranno ritirare buoni sconto per il consumo di Pizza nei locali che aderiranno all’iniziativa.

La proposta di istituzione della Giornata del pizzaiuolo napoletano prevede inoltre che ogni 17 gennaio Comune e associazioni di categoria realizzino una serie di iniziative volte a valorizzare il legame della città con il mestiere del pizzaiolo e al tempo stesso anche iniziative di solidarietà destinate ai più deboli.

Comments