La Nuova Italia presenta il proprio progetto politica: Roma, 7 novembre

Il progetto politico del Movimento LA NUOVA ITALIA si spinge oltre la partitocrazia che ha tradito le aspettative degli italiani e che di fatto ha rinunciato al proprio ruolo, aprendo la strada al fallimentare governo tecnico che sta impoverendo l’Italia.

I vecchi partiti, completamente distaccati dalle realtà che affliggono la maggior parte dei cittadini, hanno dimostrato di rincorrere il solo obbiettivo di mantenere parlamentari, centri di potere e remunerazioni da casta il più a lungo possibile, anche per la prossima legislatura.

Senza alcuna contrapposizione polemica, noi intendiamo guardare avanti, poiché abbiamo a cuore obiettivi comuni di reale interesse degli Italiani: a) riappropriarci della nostra sovranità nazionale e monetaria, b) riorganizzare integralmente l’architettura istituzionale dimostratasi incapace di garantire diritti e servizi alla comunità nazionale, c) dare priorità assoluta ai giovani, al lavoro e alla crescita, d) riformare il sistema fiscale prevedendo eque soluzioni stragiudiziali in favore dei contribuenti soverchiati da Equitalia per l’attuazione della parità dei diritti costituzionali, e) valorizzare la ricerca scientifica e tecnologica, f) porre al centro del meccanismo di sviluppo il nostro patrimonio culturale e ambientale unico al mondo, g) affermare i valori cristiani, l’identità storica e civile dell’Italia, h) batterci per la riforma integrale del sistema bancario e per fermare la dittatura finanziaria in atto, che sta impoverendo gli Italiani, i) riaffermare il diritto di famiglia in base alle nostre tradizioni e alla nostra cultura cristiana.

Questi alcuni contenuti della conferenza stampa, insieme agli aspetti sostanziali dell’impegno che ci assumiamo, con altre importanti novità sul fronte dell’iniziativa politica.

Per LA NUOVA ITALIA è irrinunciabile, oltre che urgente, la necessità di riordinare tutti i comparti nei quali, negli ultimi decenni, è stata fatta man bassa di denaro pubblico, sia da parte politica che nella pubblica amministrazione. Tra le prime azioni, l’eliminazione delle ingenti sperequazioni retributive e pensionistiche della casta, l’incriminazione dei soggetti che hanno sperperato a fini illeciti le risorse pubbliche, l’espropriazione dei patrimoni personali e del parentado realizzati in coincidenza con le ascese politiche o di carriera.

LA NUOVA ITALIA promuove alleanze con Movimenti e Associazioni indipendenti che si battono per questa rivoluzione di idee e di politica.

Alla conferenza stampa interverrà l’Europarlamentare Magdi Cristiano Allam, Presidente del Movimento "IO AMO L’ITALIA", con il quale "LA NUOVA ITALIA" ha stretto alleanza.

Modera il giornalista Antonio Parisi.

Parteciperanno gli esponenti del Coordinamento Centrale del Movimento: dott. Francesco Venerando Mantegna, prof. Francesco Petrino, prof. Annalisa Frigenti, prof. Carlo Messina, prof. Roberto Palmieri, ammir. Giovanni Galatolo, dott. Massimo Mastrangelo, avv. Gianfranco Amato, dott. Giorgio Terzo Catalano, dott. Sergio Giubilei, ing. Carlo Donati, avv. Ivo Varcaccio Garofalo, dott. Paolo Majolino, dott. Giancarlo Bertollini, dott. Mauro Grimolizzi, dott. Domenico Impagnatiello, Francesca Briganti, arch. Lorena Nocilla, Andrea Quartini, Eleonora Usai, Roberto Tiberi, ins. Carla E. Pisano, Carlo Pacini, dott. Pietro Marcianò, dott.ssa Cecilia G. Ravenda ed altri.

NESSUN COMMENTO

Comments