La Dieta Mediterranea, orgoglio dell’enogastronomia italiana nel mondo

La ormai famosa dieta mediterranea è sinonimo di salute e benessere. Lo dicono gli esperti, i nutrizionisti, chi conosce quanto sia stretto il rapporto tra ciò che mangiamo e ciò che siamo.

Lo scorso 11 marzo si è tenuta a Roma una serata dal titolo “Sapori mediterranei sotto le stelle”, in cui oltre a promuovere l’agroalimentare italiano all’estero, sono state premiate le eccellenze sia artistiche che della produzione agricola legata alla dieta mediterranea. Tra gli altri era presente il Vice Ministro dell’Agricoltura, Andrea Olivero.

“La dieta mediterranea – ha detto Fucsia Nissoli, deputata del gruppo Per l’Italia che ha partecipato all’evento – è ambasciatrice di italianità nel mondo poiché essa non è solo salutista, ma è cultura e stile di vita consapevolmente sostenibile e salubre, in cui il piacere del mangiare, il gusto per la diversità dei sapori si coniuga con la capacità di emozionare con la bellezza, i colori e i sapori dei cibi e delle loro molteplici interpretazioni culinarie, legate alle diverse filiere alimentari locali”.

“L’Italia, in quest’ottica – ha proseguito la deputata – possiede una fortuna alimentare unica al mondo, frutto di una storia plurimillenaria che ha visto svilupparsi il rapporto uomo-cibo sulla via del continuo confronto interculturale. Un patrimonio che dobbiamo promuovere adeguatamente in un nuovo scenario mondiale che è divenuto favorevole, dopo molti secoli, alla valorizzazione delle risorse delle aree a sviluppo storico a lungo trascurate, coniugando il recupero della qualità a quella dei beni immateriali ivi presenti".

 "Oggi, tutto questo – ha concluso l’on. Nissoli – può essere occasione di marketing territoriale per il turismo internazionale, ma anche una occasione per riflettere sulle origini della civiltà occidentale, valorizzando anche la nostra cultura tipica di cui è espressione l’enogastronomia, che, con una rinnovata immagine, può essere la punta di diamante del prodotto italiano di qualità nel mondo”.

NESSUN COMMENTO

Comments