L’Italia meta da sogno per più di 1 viaggiatore globale su 4

TripAdvisor® ha annunciato oggi i risultati dello studio semestrale TripBarometer, l’indagine su strutture ricettive e viaggiatori più grande del mondo. Condotto dall’agenzia indipendente di ricerca Ipsos per conto di TripAdvisor, il TripBarometer rivela i trend di viaggio mondiali basati sulle risposte di oltre 44.000 viaggiatori ed esponenti del settore alberghiero a livello mondiale che hanno scelto di prender parte all’indagine, tra cui 4.655 rispondenti a livello italiano. Il report ‘Economia globale dei viaggi’ del TripBarometer rivela i trend di viaggio globali a livello di Paesi, continenti e mondo, mettendo in evidenza le differenze emerse rispetto allo scorso anno nella programmazione di spesa e di viaggio dei consumatori e nella fiducia da parte degli albergatori.

Italia tra le mete da sogno per i viaggiatori a livello mondiale Più di un intervistato su 4 (28%) ha dichiarato che se i soldi non rappresentassero un problema amerebbe visitare l’Italia, rendendo il Bel Paese la seconda meta da sogno per i viaggiatori a livello globale, alle spalle dell’Australia (29%).

Analizzando i risultati dei viaggiatori mondiali nei diversi stadi della vita, l’Italia rappresenta la destinazione da sogno per i viaggiatori senior mentre rimane in seconda posizione per famiglie e millenari, posizionandosi in entrambi i casi alle spalle dell’Australia.

Per quanto riguarda i viaggi pianificati dai viaggiatori a livello mondiale per i prossimi 12 mesi, sfortunatamente non tutti coloro che sognano l’Italia hanno in programma un viaggio nel nostro Paese. Secondo lo studio, i principali ostacoli nel visitare il Bel Paese sono non avere abbastanza soldi da parte (72%), non avere tempo a sufficienza per visitare il Paese in maniera adeguata e il costo dei voli. Questo potrebbe anche spiegare perché più di metà degli hotelier italiani sostiene di avere clienti nazionali, che sono probabilmente i meno interessati dai costi dei voli e dalle tempistiche necessarie a raggiungere e visitare la destinazione.

L’Expo aumenta le aspettative del settore italiano dei viaggi  L’Expo è senza dubbio il principale evento che avrà luogo in Italia nel 2015 e anche gli albergatori sono consapevoli dell’importanza di questo appuntamento. Più di 7 albergatori italiani su 10 (74%) credono che gli eventi e i congressi locali avranno un impatto positivo sulla profittabilità dei loro business, percentuale cresciuta del +13% rispetto all’anno scorso.

La maggior parte degli italiani pianifica di mantenere o aumentare la spesa per i viaggi nel 2015 A livello globale, 2 viaggiatori su 5 hanno preventivato di spendere una cifra superiore per i loro viaggi nel 2015 rispetto allo scorso anno, con i viaggiatori due volte più propensi ad aumentare più che a diminuire il loro budget di viaggio. Il 41% dei viaggiatori a livello mondiale ha intenzione di incrementare il proprio budget di viaggio nel 2015 mentre è il 23% ad aver dichiarato di voler ridurre questa spesa.

Oltre un terzo dei viaggiatori Italiani (34%) ha in programma di mantenere invariato il proprio budget di viaggio per il 2015 rispetto allo scorso anno. E tra gli Italiani che apporteranno delle modifiche alla loro spesa, il 28% ha in programma di spendere una cifra superiore mentre il 25% spenderà di meno per i propri viaggi quest’anno. 

Tra coloro che spenderanno di più (28%), le ragioni principali sono l’aver risparmiato per questo proposito (39%) e il fatto che visiteranno nel corso dell’anno una destinazione che rientra all’interno della loro ‘lista dei desideri’ (38%).

Tra coloro che invece hanno preventivato di ridurre il budget di viaggio (25%), le ragioni principali hanno carattere finanziario: il 45% dei rispondenti ha dichiarato che spenderà di meno perché non ha risparmiato a sufficienza, mentre 2 viaggiatori su 5 (40%) opteranno per opzioni di trasporto più economiche e il 29% sceglierà destinazioni meno costose.

Spesa media di viaggio superiore e maggior numero di viaggi per gli Italiani Il report mette in evidenza una crescita generale nel budget medio che gli Italiani dedicheranno ai loro viaggi rispetto a due anni fa. Nel 2015 gli Italiani hanno preventivato di spendere in media 3.400 Euro a persona. Se da un lato questa cifra è in linea con quella spesa nel 2014, dall’altro è superiore del 10% rispetto al 2013, quando gli italiani hanno indicato una spesa media pari a 3.100 Euro per le loro vacanze.

Da un confronto anno su anno emerge inoltre che il numero medio di viaggi internazionali che gli italiani hanno pianificato per il 2015 è in crescita del 10% rispetto al 2014. Il dato si riflette anche nella crescita del numero di viaggiatori che pianificano un viaggio nel 2015, che è aumentato sia per i viaggi nazionali (+2% rispetto allo scorso anno) sia, ancor di più, per i viaggi internazionali (+16% anno su anno).

I piani di viaggio in Italia sono più realistici dei piani di viaggio all’estero Il report evidenzia come ogni anno siano di più gli italiani che pianificano viaggi internazionali rispetto a quelli che poi effettivamente partono. Comparando i risultati, è chiaro che mentre nel 2014 il numero di coloro che hanno pianificato un viaggio all’interno dei confini nazionali si avvicinava molto al numero di coloro che effettivamente sono partiti per quel viaggio, c’è un divario due volte superiore tra le intenzioni di partire per un viaggio internazionale e il numero di effettive partenze per quei viaggi.

NESSUN COMMENTO

Comments