Jovanotti, Palco crolla e muore 20enne. Concerto sospeso

In molti lo ricorderanno come qualcosa legato al mondo dello spettaclo, ma la verità è che ciò che è successo a Trieste riguarda più che altro il mondo del lavoro: meglio, il tema della sicurezza sul lavoro.

Un ragazzo di 20 anni è morto, schiacciato dal palco del "Palatrieste" su cui si sarebbe dovuto esibire Jovanotti. Altre 12 persone sono state ferite. Qualcuno, fra gli operai, ha detto che il 20enne lavorava per 5 euro l’ora. Ancora da accertare la dinamica dell’incidente.

E’ imminente l’apertura di un fascicolo da parte del pubblico ministero titolare dell’inchiesta, Matteo Tripani.

Il concerto è stato naturalmente sospeso. Sospesi, al momento, anche tutti gli altri concerti in programma.

Il cantane è sconvolto. Su Twitter il suo cordoglio, espresso in un post: "Questa tragedia mi toglie il fiato e mi colpisce profondamente. Il mio dolore e’ rivolto a Francesco Pinna, studente lavoratore, la cui vita si e’ fermata oggi nell’incidente che ha travolto la mia squadra".

Numerosi i messaggi di solidarietà dedicati alla giovane vittima, espressi sui più diffusi social network. "Ciao Francesco", "Non so che dire veramente…", e poi ancora: "Dimmi che non sei tu, ti prego". "Ti ricorderemo in tanti, ciao Francesco".

CORDOGLIO FIORELLO, CELENTANO E NEGRAMARO "Sono vicino alla famiglia del ragazzo. Nooo, 20 anni…", scrive Fiorello su Twitter.  Celentano su Facebook scrive: "A Francesco, che oggi e’ morto mentre lavorava per allestire un palco, lacrime dolenti e amare". I Negramaro scrivono "in questo momento le parole non ci sono proprio…e’ morto un ragazzo e decine di feriti sotto il palco del fratello @lorenzojova a trieste…. Occhi chiusi e bagnati sono per quel ragazzo che e’ morto".

FORNERO: DEDICHERO’ TUTTE MIE ENERGIE CONTRO INCIDENTI Elsa Fornero, ministro del Lavoro e delle politiche sociali, dichiara in una nota: "Ogni incidente sul lavoro ci costringe a riflettere sulle gravi responsabilità che tutti noi abbiamo e che dovrebbero diventare quasi un’ossessione. È una battaglia di civiltà alla quale personalmente non solo non mi sottrarrò ma vi dedicherò ogni mia energia".

NESSUN COMMENTO

Comments