Ius soli, legge elettorale, Sicilia: per Repubblica c’è accordo tra Renzi e Alfano

Sbotta Storace, “vergognoso scambio tra sbarramento lillipuziano nella legge elettorale e invasione del Paese attraverso lo Ius soli”

“Renzi telefona ad Alfano, il patto su Sicilia e Senato può aprire la via alla legge”: questo il titolo di un articolo pubblicato oggi su Repubblica nel quale si prospetta una intesa sulla Sicilia tra Ap e Pd che avrebbe come contropartita una apertura alla legge sullo Ius soli da parte dei centristi.

Francesco Storace, Presidente del Movimento nazionale, denuncia “un vergognoso scambio tra Renzi e Alfano su minisbarramento nella legge elettorale e ius soli”. E spiega: “Se e’ vera la telefonata tra Renzi e Alfano raccontata da Repubblica, si profilo un vergognoso scambio tra sbarramento lillipuziano nella legge elettorale e invasione del Paese attraverso lo Ius soli, con la Sicilia sullo sfondo. E’ l’ora di dire basta con grande forza a questo mercato vergognoso sulla pelle della Nazione. Il centrodestra non esiti piu’, la smetta di dividersi sulle candidature e punisca questi malfattori che giocano sull’identita’ dell’Italia. E’ tempo di politica vera e pulita”.

Da Alternativa popolare cadono dalle nuvole. Valentina Castaldini, portavoce nazionale di Alternativa Popolare, commenta: “Non sappiamo perche’ il quotidiano La Repubblica colleghi la delicata vicenda delle elezioni regionali in Sicilia con lo ius soli. Quel che invece sappiamo e’ che tale collegamento e’ inesistente e surreale. La vicenda siciliana e’ gia’, di per se’, parecchio complicata e non ha la necessita’ di ulteriori e gratuite complicazioni”.

Comments