Italicum, la fifa di Renzi – di Marco Zacchera

Il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, sul palco della Leopolda 2013, Firenze, 27 ottobre 2013. ANSA/MAURIZIO DEGL'INNOCENTI

Matteo Renzi ha capito che rischia di perdere al referendum di ottobre perché sale e si rafforza il fronte del NO, ma soprattutto che il PD non vincerebbe più le elezioni applicando l’Italicum. Ecco allora che, improvvisamente, tutto ciò che era intoccabile, magnifico, “l’Italia del domani” e balle del genere, quello che “o si fa così o me ne vado”, è nuovamente oggetto di discussione e si comincia a parlare di cambiamenti alla legge elettorale.

Ecco rispuntare allora i premi di coalizione e non più ai singoli partiti, magari domani anche i capolista bloccati – che sono una vera e propria vergogna, oltretutto un aspetto della legge chiaramente incostituzionale – saranno archiviati. Bene, meglio tardi che mai, anche se il segno più vistoso che l’aria sia cambiata lo dimostrano gli atteggiamenti della pattuglia dei “verdiniani”, gli ex berlusconiani di ALA, quelli che abituati ai tradimenti & voltafaccia hanno già cominciato a fare la fronda al governo. Mi auguro solo che non troveranno porte aperte nel centro-destra, perché sarebbe veramente assurdo riprendersi gente così.

NESSUN COMMENTO

Comments