Italicum, crisi Pd. Renzi pronto a dimettersi. Fassina, ‘sta bluffando’ (VIDEO)

Italian Prime Minister Matteo Renzi attends "Otto e Mezzo" talk show on La7 anchored by Lilli Gruber, Rome, 21 May 2014. ANSA/ANGELO CARCONI

Matteo Renzi è deciso a portare a casa la nuova legge elettorale. Per fare passare l’Italicum in Parlamento, sarebbe pronto anche a mettere la fiducia. E se la legge non dovesse essere approvata, allora il premier salirebbe al Colle per rassegnare le dimissioni. E’ davvero una ipotesi in campo? “Quello di Renzi e’ un bluff scadente”, commenta secco Stefano Fassina, parlamentare ‘ribelle’ dem a poche ore dalla riunione del gruppo parlamentare Pd chiamato a votare su come votare in Aula l’Italicum.

"Bluff nel senso che le dimissioni sulla legge elettorale che e’ materia di livello costituzionale sono incomprensibili e votare con il Consultellum sarebbe lo scenario peggiore possibile per Renzi. Quindi considero le sue parole un bluff, sia perche’ in quel caso si dovrebbe votare con il Consultellum che non piace al premier, sia perche’ le dimissioni per un eventuale modifica della legge elettorale sono un assoluta forzatura".

Naturalmente se davvero Renzi dovesse dimettersi, si andrebbe al voto probabilmente dopo l’estate. A quel punto, il segretario Pd di certo non candiderebbe gli esponenti della minoranza del suo partito.

Intanto il movimento Italia Unica, dell’ex ministro Corrado Passera, interviene nel dibattito sull’Italicum e sostiene: “Il gioco perverso di Renzi per portare l’Italia alle elezioni politiche si delinea ogni giorno di piu’. E mentre gli scricchiolii del dubbio iniziano a farsi strada (era ora) anche in Scelta Civica, le opposizioni continuano ad andare ognuna per proprio conto, invece di coalizzarsi su proposte di modifica in chiave di trasparenza e rappresentativita’ come quelle avanzate da Italia Unica con il suo Appello per la Democrazia”.

Matteo Salvini, leader della Lega, taglia corto: “per noi prima va a casa questo governo e meglio è”.

NESSUN COMMENTO

Comments