Italiani in vacanza: il 43% cerca 4 stelle, 1 su 2 viaggia in estate

Nel contesto europeo i nostri connazionali "sono quelli che viaggiano di meno nel segmento luxury hotel, solo il 6% se lo può permettere", afferma Giulia Eremita, industry manager di Trivago

Metasearch: gli italiani selezionano e scelgono il luogo ideale in cui soggiornare 5 settimane prima dalla data del check-in. 7 italiani su dieci scelgono un hotel, soprattutto 4* (43%) e 3* (41%), in una meta italiana e viaggiano prevalentemente nei mesi estivi (48%); mentre solo 3 italiani su dieci ricercano le proprie vacanze all’estero. Questi i dati presentati durante la 1ma edizione del Metasearch Travel Trends Italia 2017*, presentata da Trivago alla Bit in corso a Milano sulle abitudini alla ricerca, confronto e al consumo di viaggi degli italiani e pubblicata per intero sul blog di Trivago Hotel Manager.

Il viaggiatore italiano

L’identikit che emerge del viaggiatore italiano in metasearch di trivago, è quello di un viaggiatore più last minute rispetto ai vacanzieri del Centro e Nord Europa che scelgono l’hotel 7 settimane prima, ma assolutamente in linea con la tendenza alla ricerca dei Paesi mediterranei, come Spagna e Francia. L’hotel resta la categoria ricettiva preferita con il 69% delle preferenze nelle ricerche del metamotore, seguito dai B&B (13%), case e appartamenti vacanza (11%), resort e altre tipologie extra alberghiere (7%). Gli italiani nel metamotore scelgono soprattutto gli hotel 4* (43%), a seguire i 3* (41%), i 2* (8%), i 5* (6%) e solo il 2% è disposto a viaggiare in un hotel ad una stella.

L’italiano nel contesto europeo

“Interessante notare come nel contesto europeo gli italiani sono quelli che viaggiano di meno nel segmento luxury hotel – mette in evidenza Giulia Eremita, industry manager di trivago – solo il 6% se lo possono permettere, a fronte dell’11% dei mercati inglesi e scandinavi e del 10% di quelli di lingua tedesca. Tendenza forse legata alla diversa fascia di prezzo per la categoria 5* in Italia, che con 302 euro in media a notte supera del 25% il livello tariffario europeo.

1 italiano su due viaggia in estate e spende 132 euro. Gli italiani non rinunciano alle vacanze d’estate: ben il 48% del traffico di ricerca è concentrato tra giugno e settembre, con un picco di ricerche massimo ad agosto, seguito da un forte calo dell’interesse per i viaggi nel periodo di settembre, quando viaggia solo il 7% dell’utenza italiana del meta motore. Sette italiani su dieci scelgono il Belpaese come meta principale.

Quando si va in vacanza

Nel contesto europeo, il Paese con una migliore distribuzione delle vacanze è la Germania e i Paesi di lingua tedesca, Austria e Svizzera, che registrano il picco della domanda di viaggi a gennaio, luglio ed agosto. L’estate è il periodo preferito delle vacanze anche per i mercati scandinavi e spagnoli dove, rispettivamente, il 16% e il 15% viaggia a luglio, così come per i francesi e per gli inglesi, dove rispettivamente il 15% e l’11% si muove ad agosto.

In ottica di destagionalizzazione, da gennaio ad aprile i mercati più propensi a viaggiare sono quelli di lingua tedesca, mentre per i viaggi di aprile e dell’autunno i mercati inglesi e irlandesi sono i più ricettivi; infine, tra maggio e giugno, i turisti che viaggiano di più sono gli spagnoli.

La spesa media

Per quanto riguarda la spesa media per italiano in viaggio, mediamente si spendono 117 euro per una camera doppia a notte nel corso dell’anno e solo nel periodo estivo si è disposti a spendere 15 euro in più (132).

La ricerca Metasearch Travel Trends Italia 2017 prende in considerazione tutte le ricerche effettuate dalle piattaforme trivago (IT, UK, IE, DE, AT, CH, FR, DK, FI) in tutto il mondo. (guidaviaggi.it)

NESSUN COMMENTO

Comments