Italiani nel mondo, Trasparenza e serietá dal Comites di Hannover – di Mario Spanó

Ieri 4 Febbraio 2012 si é riunito nella Sede del  Comites di Hannover il Direttivo per approvare il Bilancio anno 2011. Il Presidente Dott. Scigliano ha aperto la seduta: sull`ordine del giorno c’era la  lettura del verbale del 18 giugno 2011  e l`approvazione del bilancio consultivo del  Comites cap. 3106 e cap 3103 che  é stato presentato dal Presidente con trasparenza e serietá in presenza del Console Generale Gianpaolo Ceprini e del Professore Giosué Piscopo, Dirigente Scolastico della Bassa Sassonia.

Il Bilancio consultivo dopo l´approvazione, é stato dato  a tutti i presenti con  relativo riassunto del Registro Partitaio (Capitolo per Capitolo), in piú la Relazione analitica delle spese del Bilancio Consultivo anno 2011.

Inoltre é stato approvato un vasto  programma per  il 2012 con riserva visto i tagli del Governo Monti  che ha deciso di  ridurre le spese del 28.04%

Alla chiusura dei lavori il Console Dott. Ceprini ha ringraziato il Direttivo del Comites per avere svolto per l´anno 2011 un programma molto importante e ha ringraziato per la trasparenza che il comitato ha dimostrato  a tutta la comunitá di Hannover.

Il Prof. Piscopo ha lodato la Presidenza e i suoi membri per il lavoro svolto e per la serietá e per la bellezza della sede, apprezzando la Biblioteca e  le fotografie.

Il sottoscritto ha ringraziato dell´invito ricevuto e ha augurato di continuare al meglio il  loro lavoro e ha ringraziato per la trasparenza che il dott. Scigliano ha  dimostrato.

Il 28 gennaio 2012  anche a Wolfsburg si é riunito il Comites  sotto la presidenza del Sig. Paolo Brullo e alcuni dei suoi membri. Dopo una breve  discussione  é stato  approvato il Bilancio al capitolo nr. 3103 e il 3106 che peró  dovranno rifare perché hanno chiuso il bilancio sul capitolo 3103 con un saldo passivo di 111.23 € mentre sul Capitolo 3106 c´era un attivo di 534,00 €
Nonostante i revisori dei conti avevano approvato e firmato, anche l´Agente Consolare  indicava  che il bilancio capitolo nr. 3103 non si poteva chiudere con un passivo e si doveva  controllare.

Sul punto varie: c`é stato  un membro del Direttivo che  domandava  all`Agente consolare  perché  in occasione dei 50 anni degli italiani a Wolfsburg, sull Emblema non é stato messo invece di  “Amore Mio”, il testo “la nostra Cittá” visto che sono stati gli Italiani a costruire Wolfsburg. Anzi la domanda era chi avesse avuto l´idea dell´emblema attuale.  La cosa strana é che il Comites ha partecipato all´organizzazione della festa. Allora perché la domanda? L´agente consolare ha cercato di spiegare come sono andate le cose  ma non ha detto  chi aveva preso la decisione al riguardo dell´Emblema.

Dopo di che l´agente Consolare di Wolfsburg ha lodato la stampa locale per l´interesse dimostrato per la festa, peccato che ha dimenticato che anche la stampa italiana ha scritto a proposito.

Ancora una  volta  chiediamo all’Agente Consolare di Wolfsburg di    rispettare le sue mansioni da rappresentante dell´Italia.  E di evitare riunioni segrete visto che egli é rappresentante di tutti gli Italiani e non solo di una certa categoria.

Per l´occasione chiediamo al Comites di Wolfsburg di comunicare le date delle riunioni magari attraverso dei manifestini a tutte le Associazioni oppure via e- mail.

NESSUN COMMENTO

Comments