Italiani nel mondo, Pd Germania: Giù le mani dalla Circoscrizione estero

"Il PD Germania chiede il rispetto e la valorizzazione della nostra comunità italiana all’estero che in questo momento di grande crisi può servire da volano per un rilancio economico e culturale del nostro Paese". 

Così Cristina Rizzotti, segretario del Pd Germania, commenta le dichiarazioni rese dai senatori di tutti i partiti in Commissioni Affari Costituzionali, dove si sta esaminando la riforma costituzionale e dove in molti sono tornati a chiedere l’abolizione della circoscrizione estero.
 
"Le voci che emergono dal dibattito – scrive Rizzotti – sono molto preoccupanti, dato che non solo si tratta di ipotizzare una forte riduzione del numero dei parlamentari eletti all’estero, ma, addirittura, l’abolizione di una forma di rappresentanza che dà ai cittadini italiani all’estero la possibilità di esprimere e valorizzare le proprie risorse attraverso l’elezione diretta di Deputati e di Senatori".
 
L’abolizione della Circoscrizione Estero, per il segretario Pd Germania, "sarebbe la dimostrazione di quanto poca considerazione l’Italia ha verso la propria comunità all’estero e di quanto poco le interessi una visione politica globale. L’ennesimo schiaffo morale, dunque, in una situazione che vede la nostra comunità già da tempo esposta a crescenti disagi causati da ingiusti ed arbitrari tagli di elementari servizi all’estero".
 
Ecco perché, sottolinea Rizzotti, "il PD Germania si esprime con veemenza per il mantenimento della Circoscrizione Estero e contro ogni tentativo di discredito e di abolizione della stessa. Il PD Germania esprime, inoltre, la sua più viva considerazione per gli eletti della Circoscrizione Estero, soprattutto per i Deputati e Senatori del PD, che continuano a dare voce e corpo alle esigenze della comunità italiana all’estero. Parlamentari, che si sono distinti non solo come espressione delle giuste rivendicazioni degli italiani all’estero, ma hanno contribuito in modo positivo al sistema legislativo italiano in qualità di veri componenti del Parlamento italiano".
 
"L’Italia nel mondo – conclude – è anche questa espressione: l’apertura a nuove esperienze e a nuove prospettive che possono essere solo un arricchimento e stimolo per il panorama politico italiano!".

NESSUN COMMENTO

Comments