Italiani nel mondo, Operatore Emergency rapito nel Sud Darfur

E’ stato rapito domenica 14 agosto, nel pomeriggio, un operatore di Emergency. Prelevato a Nyala, capitale del Sud Darfur, mentre si trovava in auto diretto verso l’aeroporto della città,  Francesco Azzarà, 34 anni, è alla sua seconda missione a Nyala come logista del Centro pediatrico che Emergency ha aperto in città nel luglio del 2010.
 
E’ stata l’associazione, fondata e diretta da Gino Strada, ad informare la Farnesina. Emergency ha immediatamente attivato in Darfur e a Khartoum tutti i contatti a sua disposizione.
 
Oggi l’Unità di crisi del ministro degli Esteri comunica di essere in stretto contatto con Emergency e la missione ONU in Darfur (UNAMID) e in pieno coordinamento con l’Ambasciata a Khartoum. Per arrivare ad una soluzione, il ministero ha attivato tutti i canali disponibili presso le Autorità locali. L’Unità di Crisi, di concerto con Emergency, ha già provveduto ad informare tempestivamente i familiari di Francesco Azzarà dell’accaduto. Il Ministro Frattini, immediatamente informato del sequestro, segue personalmente gli sviluppi e ha disposto il rientro a Khartoum dell’Ambasciatore, momentaneamente in Italia.

La Farnesina ha chiesto il silenzio stampa, d’accordo con l’associazione di Gino Strada, affinchè non venga ostacolata la liberazione del connazionale 34enne.

NESSUN COMMENTO

Comments