Italiani nel mondo, Napolitano ad Helsinki a incontro ‘Gruppo di Arraiolos’

Roma-Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano durante il suo intervento in occasione della cerimonia di consegna delle insegne di Cavaliere dell'Ordine"Al Merito del Lavoro",stamane 27 ottobre 2006 al Quirinale.(foto di Enrico Oliverio-Ufficio Stampa della Presidenza della Repubblica)

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, parteciperà all’incontro del "Gruppo di Arraiolos" dei Presidenti "United for Europe" in programma ad Helsinki il 10 e 11 febbraio prossimi. 
 
Il Gruppo di Arraiolos, che ha preso il nome dal villaggio portoghese dove si tenne il primo incontro nel 2003, comprende i Capi di Stato di nove Paesi europei: Austria, Finlandia, Germania, Italia, Lettonia, Polonia, Portogallo, Slovenia e Ungheria. Tre i temi in agenda ad Helsinki: "I punti di forza dell’Europa in un mondo globale", "I rapporti di vicinato nel Sud con particolare riguardo alla situazione in Nord Africa" e "Tolleranza e prevenzione della discriminazione".
 
Oltre alle sessioni di lavoro presso l’Hotel Kalastajatorppa, il programma dei Presidenti prevede un pranzo al Palazzo Presidenziale e una crociera a bordo del rompighiaccio Urho. Le consorti dei Presidenti parteciperanno all’incontro con un programma ad hoc, che comprenderà un’introduzione a "Helsinki Capitale Mondiale del Design 2012" e visite alla Casa della Musica di Helsinki e al Museo Gallen-Kallela.
 
L’incontro costituirà per il Presidente Halonen anche l’occasione per salutare i suoi colleghi al termine del suo secondo mandato presidenziale dal momento che il nuovo Presidente della Repubblica di Finlandia assumerà l’incarico il primo marzo 2012.
 
All’incontro di Helsinki del Gruppo di Arraiolos parteciperanno anche i Capi di Stato di Austria, Germania, Lettonia, Portogallo, Slovenia e Ungheria.
 
Il Presidente Napolitano ha visitato Helsinki nel 2008 e ha ospitato il Presidente Tarja Halonen in Italia nel settembre del 2010 e nuovamente nel 2011 nell’ambito delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

NESSUN COMMENTO

Comments