Italiani nel mondo, interpellanza di Micheloni (Pd) al governo: Comites, Cgie e non solo

Il Senatore Claudio Micheloni ha presentato il 12 aprile 2012 un’interpellanza indirizzata al Presidente del Consiglio dei Ministri e ai Ministri degli Affari Esteri e dell’Economia e delle Finanze in cui chiede se il Governo intende procedere, e in quali tempi, all’attuazione pratica della revisione integrale della spesa (spending review) del Bilancio dello Stato allo scopo di liberare risorse per interventi di spesa in favore delle politiche rivolte agli italiani all’estero e alla cooperazione allo sviluppo, così fortemente penalizzate dai tagli di questi ultimi anni.

Con l’interpellanza il Senatore chiede, inoltre, al Governo:

– se prevede il richiamo, alla fine dell’anno scolastico 2011-2012, degli insegnanti di ruolo dei corsi di lingua e cultura italiana in missione all’estero ai fini di risparmiare fondi da destinare al finanziamento degli Enti gestori dei corsi di lingua e cultura italiana all’estero che assumono insegnanti in loco;

– se intende ridurre l’indennità di servizio all’estero e destinare i relativi risparmi alle politiche di assistenza diretta e indiretta rivolti ai cittadini italiani residenti all’estero, al funzionamento dei Comites e del CGIE, nonché al rifinanziamento delle Camere di Commercio italiane all’estero e della Cooperazione allo sviluppo;

– se e quando intende predisporre un piano industriale finalizzato alla ristrutturazione del corpo diplomatico e amministrativo che andrebbe a ridurre il personale di ruolo inviato dal MAE e a potenziare quello assunto in loco;

– se intende provvedere, entro il 31 dicembre 2012, alle elezioni per il rinnovamento dei componenti dei Comites e del CGIE, in carica da ben 8 anni, nonostante il mandato sia quinquennale;

– se intende favorire la discussione dei provvedimenti di riforma dei Comites e del CGIE, già approvati dal Senato e all’esame della Camera, e della legge elettorale del collegio estero.

Il Senatore Micheloni aspetta dal Governo una rapida risposta.

NESSUN COMMENTO

Comments