Italiani nel mondo, Iila e Comunità Sant’Egidio insieme per i giovani di Cuba

Puntare sui giovani per lo sviluppo di Cuba. Insieme all’Istituto italo-latinoamericano (Iila) e la Comunita’ di Sant’Egidio. E’ il primo di una lunga serie di progetti in collaborazione tra Sant’Egidio e l’ila, annunciato nel giorno della firma, alla presenza del ministro degli Esteri Franco Frattini, di un accordo quadro di cooperazione, che sara’ la cornice per un rafforzamento della cooperazione in Sudamerica e nei Caraibi.

Il progetto, della durata di tre anni e un costo complessivo di 208.500 euro, si pone come obiettivo la formazione psico-pedagogica di operatori delle Scuole della Pace, veri e propri spazi di apprendimento, educazione e di sostegno psicologico della Comunita’ di Sant’Egidio. Il programma didattico prevede una serie di corsi tenuti da esperti internazionali su tematiche e materie diverse. Si va dalla psicologia dello sviluppo alla pedagogia sociale, all’analisi della condizione dell’adolescenza. La Comunita’ e’ presente in oltre 70 paesi e in particolare a Cuba fin dal 1992, con la creazione di tre centri, a Pinar del Rio, a L’Avana e Holguin.

Negli ultimi anni sono nate Comunita’ anche a Santiago de Cuba e Ciego de Avila, oltre a centri minori e nel 2004 Sant’Egidio ha ricevuto in concessione gratuita dallo stato cubano un grande spazio nel centro storico de l’Avana per realizzare la Casa de paz y dialogo, un centro di formazione culturale e umana e una struttura di servizio sociale a favore delle fasce piu’ deboli della popolazione.

NESSUN COMMENTO

Comments